giovedì, Maggio 23, 2024
HomeAcquisizioniWireless Logic espande la propria presenza in Europa con l'acquisizione dell’italiana Things...

Wireless Logic espande la propria presenza in Europa con l’acquisizione dell’italiana Things Mobile

Wireless Logic, provider leader a livello mondiale di piattaforme di connettività IoT, consolida ulteriormente la propria presenza europea e capacità globale attraverso l’acquisizione dell’operatore mobile IoT Things Mobile.

Con sede a Milano, Things Mobile è un provider di managed services che offre connettività a clienti internazionali con una gamma completa di applicazioni IoT. Dal suo lancio nel 2017, l’azienda ha vissuto una rapida crescita, le cui basi poggiano su un modello di vendita e assistenza digitale low-touch e su un’offerta in linea con le esigenze dei mercati target.

Con i principali clienti operativi all’interno di settori in rapida crescita quali l’Energy, l’eHealth e la Micromobility, Things Mobile si inserisce alla perfezione nel mondo Wireless Logic e coglie oggi l’occasione di capitalizzare ulteriormente su questi e altri settori IoT in evoluzione e di avvantaggiarsi delle nuove opportunità offerte dal mercato.

L’acquisizione è stata finalizzata il giorno 9 luglio 2021. Il team di Things Mobile rimarrà invariato sotto la guida del co-fondatore e CEO, Manuel Zanella, che ha dichiarato: “Dal lancio del brand Things Mobile, il nostro team ha avviato una crescita fenomenale semplificando il processo della connettività IoT per i nostri clienti. Ora guardiamo avanti verso le nuove opportunità che potremo offrire a clienti e collaboratori sotto l’ala di Wireless Logic“.

Oliver Tucker, CEO di Wireless Logic, ha commentato: “Sono lieto che Things Mobile si sia unita al Gruppo Wireless Logic. La performance dell’azienda negli ultimi tre anni dimostra la forza di Manuel, del suo team e del modello di business unico da loro sviluppato. Un team che va a integrare ulteriormente i punti di forza del Gruppo a livello di presenza geografica, tecnologia e accesso al mercato. Potenzialità che intendiamo far evolvere e sfruttare al nostro interno nei mesi che seguiranno.”