lunedì, Maggio 27, 2024
HomeAZIENDEAttualitàSiPearl sceglie l'Italia per aprire la sua terza filiale estera

SiPearl sceglie l’Italia per aprire la sua terza filiale estera

SiPearl sbarca a Bologna

SiPearl, l’azienda che costruisce il microprocessore europeo ad alte prestazioni e basso consumo per HPC e inferenza AI, aprirà a giugno la sua terza filiale operativa estera a Bologna, il cuore della regione leader in Italia per il supercalcolo e l’intelligenza artificiale, con realtà come l’Università di Bologna, Cineca e ECMWF.

Matteo Tonelli sarà nominato Country Manager Italia. Precedentemente responsabile delle relazioni esterne e dei partenariati presso ANRT, un’entità francese nota per aver finanziato 1.700 dottorati industriali, recluterà e gestirà un team di ingegneri di alto livello e rafforzerà le partnership locali per SiPearl.

Dopo Duisburg e Barcellona, questa apertura illustra la continua strategia di internazionalizzazione dell’azienda nei pool di competenze chiave per semiconduttori, HPC e AI.

Bologna è al centro di una delle regioni più innovative e industriali d’Italia e d’Europa. È la sede della più antica Università del continente con più di 90.000 studenti e del Cineca, il più grande centro di supercalcolo italiano, partner del consorzio European Processor Initiative (EPI). Bologna ospita anche il Centro Europeo per le Previsioni Meteorologiche a Medio Termine (ECMWF) e, dal 2025, sarà la città ospitante del United Nations University (UNU) per la ricerca e la formazione, specializzato in Big Data e AI. Inoltre, Bologna e il Nord Italia sono sedi leader nella ricerca accademica nel campo dei semiconduttori e della progettazione di chip.

Matteo Tonelli (37 anni, dottorato in chimica dei materiali e catalisi presso l’Università di Lione, Francia) entrerà a far parte di SiPearl a giugno per dirigere la filiale. Di nazionalità italiana, Matteo ha un solido background nel campo della ricerca e dell’innovazione con esperienza sia nel settore pubblico che in quello privato. Dopo aver conseguito il dottorato di ricerca presso Adisseo, è entrato al CNRS (Centro nazionale francese per la ricerca scientifica), poi al dipartimento Research & Innovation di l’Oréal. Dal 2020 gestisce le relazioni esterne e i partenariati dell’ANRT (Associazione nazionale francese per la ricerca e la ricerca).

In qualità di Country Manager per l’Italia, Matteo costituirà un team di ingegneri di alto livello e rafforzerà le partnership locali. Inoltre, guiderà gli sforzi per stabilire alleanze strategiche con le principali università di tutta Italia, consolidando ulteriormente la posizione di SiPearl nella regione. Matteo riporterà ad Anna Riverola che dirige i programmi di sviluppo internazionale e di ricerca collaborativa.

“Nella mia ultima posizione, il mio compito era identificare le aziende tecnologiche ad alto potenziale impegnate in attività di ricerca e innovazione in Francia. Così ho incontrato Philippe Notton nell’aprile 2020. Sono rimasto affascinato dalla combinazione di un progetto ad alto impatto e di una visione industriale che era veramente europeo. Da allora SiPearl ha assunto 190 collaboratori, tra cui il primo dottorando industriale presso ANRT. Sono entusiasta di unirmi all’avventura di SiPearl. Oltre alla mia conoscenza degli ecosistemi francese e italiano, sono ansioso di contribuire alla costruzione di partenariati pubblico-privati, che sono già fondamentali per il progresso tecnologico di SiPearl”, ha affermato Matteo Tonelli.

“Siamo entusiasti di aprire la nostra terza filiale estera in Italia. Ci consentirà di rafforzare ulteriormente i nostri stretti legami con i nostri partner chiave, arricchendo al contempo i talenti dei nostri team di ricerca e sviluppo. Sono molto soddisfatto dell’arrivo di Matteo Tonelli. In particolare, porterà a SiPearl la sua esperienza nello stabilire alleanze strategiche con attori privati e pubblici per consolidare le nostre partnership locali e avviarne altre in tutta Italia”, ha dichiarato Anna Riverola.

SiPearl sta costruendo il microprocessore europeo a basso consumo e ad alte prestazioni dedicato al supercalcolo e all’inferenza dell’intelligenza artificiale. Questa nuova generazione di microprocessori si rivolgerà innanzitutto all’ecosistema dell’impresa comune europea EuroHPC, che sta implementando infrastrutture di supercalcolo di livello mondiale in Europa per risolvere le principali sfide nella ricerca medica, nell’intelligenza artificiale generativa, nella sicurezza, nella gestione dell’energia e nel clima con un impatto ambientale ridotto.

SiPearl sta lavorando in stretta collaborazione con i suoi 30 partner del consorzio European Processor Initiative (EPI) – nomi di spicco della comunità scientifica, dei centri di supercalcolo e dell’industria – che sono le sue parti interessate, futuri clienti e utenti finali.

SiPearl impiega più di 190 persone in Francia (Maisons-Laffitte, Grenoble, Massy, Sophia Antipolis), Germania (Duisburg), Italia (Bologna) e Spagna (Barcellona).