mercoledì, Maggio 29, 2024
HomeAZIENDETektronix presenta un pacchetto di driver Open-Source nativo Python per la strumentazione

Tektronix presenta un pacchetto di driver Open-Source nativo Python per la strumentazione

Driver Open-Source in Python per Tektronix

L’innovativo pacchetto migliora notevolmente l’esperienza utente per quanto riguarda l’automazione dei test, fornendo un controllo degli strumenti senza soluzione di continuità per i clienti Tektronix e Keithley.

Tektronix ha annunciato oggi l’introduzione di un pacchetto di driver per strumenti Python Open-Source.
Disponibile gratuitamente, il pacchetto offre un’esperienza utente nativa in Python per l’automazione degli strumenti. Con l’integrazione nei flussi di lavoro quotidiani e l’utilizzo con l’ambiente di sviluppo integrato (IDE) preferito, i clienti possono ora sperimentare la potenza del completamento automatico, di un sistema di scrittura intelligente preciso, di una funzione di supporto completo incorporata, del controllo della sintassi in tempo reale e delle capacità di debug migliorate, offrendo funzionalità impareggiabili per un’automazione degli strumenti senza soluzione di continuità.
Il pacchetto di driver Python Open-Source è progettato per funzionare su un’ampia gamma di strumenti Tektronix e Keithley, per facilitare lo sviluppo e gli aggiornamenti continui, assicurando agli utenti del settore dei test e delle misure l’accesso alle funzioni e agli upgrade più recenti.

I commenti

Python è il linguaggio di programmazione più diffuso e adottato sempre di più dai tecnici che si occupano di automazione dei test, e noi puntiamo a renderli più produttivi ed efficienti con gli strumenti di sviluppo Pythonic e il riutilizzo del codice“, dice Rick Kuhlman, GM di Portfolio Software. “La natura gratuita e Open-Source del nostro prodotto vuole incoraggiare la collaborazione e la facilità di personalizzazione. Gli utenti hanno la libertà di adattare il software alle loro esigenze specifiche, di condividere i miglioramenti con la nostra comunità e di beneficiare della conoscenza collettiva e dei contributi di una rete globale di sviluppatori”.

L’automazione normalmente implica l’apprendimento e l’utilizzo di API di comando basate su stringhe oramai datate, con carenze come i set di comandi specifici per lo strumento, la sintassi non codificata e il debugging a bassa visibilità. Ora, con un’installazione di una sola riga, che dura pochi secondi, gli utenti ottengono il completamento automatico di Python, un sistema di scrittura intelligente e il controllo della sintassi in tempo reale, tutto gratuito e Open Source. Il pacchetto è diventato parte integrante della pipeline di sviluppo e dei processi di qualità di Tektronix, che utilizza gli stessi potenti strumenti internamente per garantire un ulteriore livello di qualità e di controllo della tecnologia su base continuativa.

Abbiamo progettato questi driver pensando alla semplicità”, afferma Kuhlman. “Sono caratterizzati da un’installazione rapida, senza prerequisiti o dipendenze inutili. A differenza dei concorrenti che spesso richiedono agli utenti di installare e districarsi in un labirinto di software, di driver e livelli di interfaccia aggiuntivi, ora è estremamente più facile essere operativi“.

Verso il tramonto dei programmi grafici dedicati?

L’iniziativa di Tektronix rappresenta indubbiamente una forte spinta verso l’utilizzo di linguaggi testuali anzichè programmi grafici dedicati, in primis di LabView di National Instruments. L’assenza dei costi di licenza sarà un incentivo sufficiente per l’adozione delle soluzioni open-source?

Durante la conferenza stampa di presentazione dei nuovi driver, ad una specifica domanda di Stefano Cazzani, relativa anche al supporto dell’azienda nei contronti di LabView, la risposta dei rappresentanti di Tektronix è stata abbastanza vaga.

Sicuramente chi oggi sta utilizzando LabView continuerà ad utilizzare il programma di NI; chi invece si approccia a questo mondo con buone conoscenze di base di Phyton o di altri linguaggi testuali, potrebbe essere incentivato a non percorrere strade differenti dall’iniziativa annunciata oggi da Tektronix.

Il pacchetto driver, chiamato tm_devices, è ora disponibile a livello globale tramite il Python Package Index (PyPI) all’indirizzo pypi.org/project/tm-devices.

Maggiori dettagli sul pacchetto di driver Python Open-Source tm_devices sono disponibili sul sito di Tektronix.