giovedì, Aprile 18, 2024
HomeIN EVIDENZASecondo Gartner le vendite di semiconduttori nel 2020 sono aumentate del 7,3%

Secondo Gartner le vendite di semiconduttori nel 2020 sono aumentate del 7,3%

Come sempre, di questi tempi, le principali società di consulenza e ricerche di mercato diffondono i dati preliminari sull’andamento dell’industria dei semiconduttori nell’anno appena terminato.

Oggi è la volta dei risultati preliminari di Gartner che pubblica i dati di vendita dei principali produttori di semiconduttori (escluse le fonderie) nel 2020 segnalando come, dopo un calo del 12% nel 2019, le vendite mondiali di semiconduttori sono aumentate nel 2020 raggiungendo il totale di 449,8 miliardi di dollari, con un aumento del 7,3% anno su anno.

All’inizio del 2020, l’aspettativa era che COVID-19 avrebbe avuto un impatto negativo su tutti i mercati delle apparecchiature finali, in realtà l’effetto è stato più sfumato“, ha affermato Andrew Norwood, vicepresidente della ricerca di Gartner. “L’automotive, l’industria e alcune aree del mercato dei consumi sono state duramente colpite dalla riduzione della spesa delle imprese e dei consumatori. Tuttavia, le restrizioni hanno aumentato notevolmente il lavoro da casa e l’e-learning e tutti i mercati che hanno facilitato tali attività ne hanno beneficiato.”

La domanda di server è stata forte poiché i cosiddetti clienti hyperscale, ovvero le società globali che gestiscono i data center come AWS, Microsoft, Google, e Apple, e che nel 2020 rappresentavano oltre il 65% della domanda di server, si sono affrettati ad aggiungere capacità per far fronte a una domanda in forte crescita durante le restrizioni nella prima metà del 2020. La contemporanea forte domanda di PC da parte di aziende e consumatori ha portato ad una signifificativa crescita di CPU, Flash NAND e DRAM“.

Intel ha mantenuto la sua posizione di primo fornitore mondiale di semiconduttori per fatturato nel 2020, seguita da Samsung Electronics, SK Hynix e Micron (vedi Tabella). I ricavi dei semiconduttori di Intel sono cresciuti del 3,7%, trainati dalla crescita delle sue attività principali di CPU client e server. Nonostante un rallentamento nel mercato globale degli smartphone, le forti vendite di smartphone 5G hanno contribuito a spingere le aziende di semiconduttori, come Qualcomm e MediaTek, anche loro cresciute molto nel 2020. L’avanzata del 5G sta compensando la crescita più debole delle unità di sistema, con un aumento dei più remunerativi chipset 5G, dei front-end RF e degli integrati di gestione dell’alimentazione.

Classifica delle prime 10 aziende di semiconduttori per fatturato:

Classifica 2020 Classifica 2019 Venditore Entrate 2020 Quota di mercato 2020 (%) Entrate 2019 Crescita 2019-2020 (%)
1 1 Intel 70.244 15.6 67.754 3.7
2 2 Samsung Electronics 56.197 12.5 52.191 7.7
3 3 SK hynix 25.271 5.6 22.297 13.3
4 4 Micron 22.098 4.9 20.254 9.1
5 6 Qualcomm 17.906 4.0 13.613 31.5
6 5 Broadcom 15.695 3.5 15.322 2.4
7 7 Texas Instruments 13.074 2.9 13.364 -2.2
8 13 MediaTek 11.008 2.4 7.959 38.3
9 14 KIOXIA 10.208 2.3 7.827 30.4
10 16 Nvidia 10.095 2.2 7.331 37.7
Altri (fuori dai primi 10) 198.042 44.0 191.236 3.6
    Mercato totale 449.838 100.0 419.148 7.3

Fonte: Gartner (gennaio 2021)

Le memorie sono cresciute del 44%

La categoria delle memorie è quella che ha beneficiato maggiormente della crescente domanda di PC, smartphone e server. Le vendite globali di memorie sono cresciute di 13,5 miliardi, con un incremento del 44% rispetto all’anno precedente.

All’interno di questo comparto, le memorie Flash NAND hanno fatto registrare le migliori prestazioni con una crescita dei ricavi del 23,9%, raggiungendo i 52,8 miliardi di dollari, in aumento di 10,2 miliardi rispetto al 2019. La forte richiesta e la carenza di chip hanno portato ad un aumento dei prezzi nella prima metà del 2020 che ha limitato al 2% il calo complessivo dei prezzi delle memorie nel 2020.

Sebbene la domanda sia stata consistente durante tutto l’anno, l’eccesso di offerta durante la seconda metà del 2020 ha frenato la crescita complessiva dei ricavi annuali.