lunedì, Maggio 27, 2024
HomeAZIENDENXP espande la piattaforma S32 con una soluzione di controllo motore per...

NXP espande la piattaforma S32 con una soluzione di controllo motore per veicoli definiti dal software

NXP Semiconductors introduce S32M2Realizzato per il controllo dei motori, S32M2 di NXP massimizza il riutilizzo del software sulla piattaforma di elaborazione dei veicoli S32 e supporta la transizione dell’industria automobilistica verso i veicoli elettrici definiti dal software.

NXP Semiconductors espande la sua piattaforma per veicoli S32 con l’introduzione di S32M2. La soluzione di controllo del motore appositamente progettata è ottimizzata per il miglioramento dell’efficienza in tutte le applicazioni del veicolo come pompe, ventole, posizione del tetto apribile e del sedile, pretensionatori delle cinture di sicurezza, dispositivi di apertura del bagagliaio e altro ancora. Basandosi sul successo del portafoglio S12 MagniV, l’S32M2 combina l’eredità del controllo motore di NXP e i vantaggi dello sviluppo software della piattaforma S32. La soluzione system-in-package altamente integrata aggiunge le funzioni di alimentazione e analogiche nonché le ampie librerie software necessarie per il controllo del motore ai microcontroller S32K ampiamente utilizzati da NXP. Risponde alle esigenze del mercato emergente dei veicoli elettrici definiti dal software e consente alle case automobilistiche di ottimizzare completamente lo sviluppo del prodotto e di massimizzare il riutilizzo del software nelle implementazioni della piattaforma S32.

Funzioni semplificate di controllo motore

Tra i molti tipi di motori elettrici, i motori brushless a corrente continua (BLDC) e quelli sincroni a magneti permanenti (PMSM) sono noti per la loro resistenza e robustezza, le dimensioni ridotte, il peso ridotto e l’elevata efficienza, caratteristiche che contribuiscono al risparmio energetico e all’estensione dell’autonomia dei veicoli elettrici.

L’S32M2 consente funzioni di controllo motore semplificate e più robuste che possono funzionare in modo efficiente mantenendo un margine prestazionale per integrare più funzioni e capacità ottimizzando i costi. Gli OEM possono eseguire test diagnostici del motore, trasmettere dati al controller di zona e ottimizzare prestazioni più elevate per migliorare ulteriormente l’efficienza e ridurre il rumore udibile nell’applicazione finale, migliorando il comfort degli occupanti. Rispetto alle implementazioni di controllo motore discrete, l’S32M2 consente agli OEM di accelerare il time-to-market e ridurre l’ingombro del circuito stampato, i rischi di progettazione e i costi della distinta base.



I commenti

“Utilizzando il Model-Based Design Toolkit di NXP, le case automobilistiche possono avviare la simulazione Simulink nelle prime fasi del ciclo di sviluppo e mappare il modello sull’hardware S32M2. Poiché si tratta di un approccio puramente definito dal software, le case automobilistiche possono ottimizzare il riutilizzo del software attraverso la piattaforma di elaborazione dei veicoli S32, beneficiando al contempo di miglioramenti di funzionalità e prestazioni che si basano sul successo dell’attuale portafoglio S12 MagniV”, ha dichiarato Manuel Alves, Senior Vice President and General Manager of General Purpose and Integrated Solutions (GPIS), Automotive Processing, NXP.

Con l’aggiunta di S32M2, la piattaforma di elaborazione dei veicoli S32 di NXP resta coerente da cima a fondo, beneficiando al contempo del vasto ecosistema software Arm. La stretta e duratura partnership con Arm e i precedenti sforzi di sviluppo congiunto consentono a NXP di sfruttare tutto il potenziale dei processori Arm Cortex-M in termini di efficienza energetica e capacità di sicurezza in combinazione con la nuova soluzione di controllo motore.

“Le architetture dei veicoli stanno cambiando in modo significativo per soddisfare i requisiti di un futuro definito dal software. Sfruttando l’eredità efficiente e a basso consumo del portafoglio Arm Cortex-M insieme all’ampio ecosistema software di Arm, il nuovo S32M2 di NXP è pronto a soddisfare i requisiti di risposta in tempo reale e critici per la sicurezza delle applicazioni edge negli SDV, consentendo al tempo stesso ai clienti di focalizzarsi sulla differenziazione del prodotto piuttosto che alla riscrittura del codice”, ha dichiarato Dipti Vachani, SVP and GM, Automotive Line of Business, Arm.

Le caratteristiche

Basato sull’approccio system-in-package, l’S32M2 combina elaborazione avanzata con gate driver MOSFET, interfacce di livello fisico per la comunicazione CAN FD e LIN e un regolatore di tensione integrato direttamente dalla batteria a 12 volt del veicolo, indirizzando vari controlli e applicazioni.

Integrando un core Arm Cortex-M4 o Cortex-M7, la serie S32M2 offre un’ampia gamma di opzioni di memoria da 128 KB a 1 MB. Questi dispositivi utilizzano il package LQFP a 64 pin, che offre alle case automobilistiche la flessibilità di scegliere tra diverse dimensioni di memoria pur mantenendo la compatibilità pin-to-pin all’interno della stessa famiglia. La soluzione system-in-package sfrutta inoltre i processi di sviluppo dell’S32K certificati ISO 26262 per la sicurezza funzionale ASIL B, i comprovati sottosistemi di sicurezza della piattaforma S32 (CSEc, HSE) e gli strumenti completi e l’ecosistema software dell’S32K.

Ulteriori informazioni sono disponibili al seguente link.