domenica, Luglio 21, 2024
HomeIN EVIDENZAI ricavi delle prime 10 società di semiconduttori fabless a quota 29,8...

I ricavi delle prime 10 società di semiconduttori fabless a quota 29,8 miliardi di dollari nel 2Q21 (+60,8%)

Lo rileva la società di ricerche di mercato TrendForce che segnala la possibilità di un rallentamento nel secondo semestre dell’anno.

Secondo le ultime statistiche di TrendForce, la forte richiesta di semiconduttori combinata con l’aumento dei prezzi dei chip ha spinto i ricavi delle prime 10 società di semiconduttori fabless (ovvero aziende che affidano la produzione dei propri chip a fonderie esterne) nel secondo trimestre del 2021 al livello di 29,8 miliardi di dollari, in aumento del 60,8% su base annua. Gli incrementi maggiori sono stati messi a segno dai big taiwanesi come MediaTek e Novatek che hanno registrato incrementi YoY di oltre il 95% tallonando da vicino l’americana AMD che ha fatto registrare il maggiore incremento con una crescita del 100% su base annua.

In termini di fatturato la classifica delle prime cinque società per il 2Q21 è rimasta invariata rispetto al trimestre precedente, sebbene ci siano stati importanti cambiamenti dal 6° al 10° posto. In particolare, dopo aver finalizzato l’acquisizione di Inphi, Marvell ha registrato un’importante crescita dei ricavi e ha scavalcato Xilinx e Realtek nella classifica passando dal 9° posto nel 1Q21 al 7° posto nel 2Q21.

Grazie alla forte domanda di smartphone 5G e prodotti di fascia alta, le entrate di Qualcomm relative a processori e front-end RF hanno subito una crescita notevole, mentre la sua attività IoT ha beneficiato anche delle richieste di Wi-Fi e di quelle indotte dall’insegnamento a distanza. Le entrate IoT di Qualcomm hanno raggiunto poco meno di 1,4 miliardi di dollari, rendendo l’IoT uno dei principali motori di crescita per l’azienda; nel secondo trimestre del 2021 le entrate complessive di Qualcomm hanno raggiunto i 6,47 miliardi di dollari, con un aumento del 70,0% su base annua.

Notevole anche la crescita di Nvidia i cui ricavi sono cresciuti del 91,1% YoY per quanto riguarda le schede grafiche e del 46% YoY per quanto riguarda le soluzioni per data center. La forte domanda di tutti i settori di attività di Nvidia ha spinto le entrate nel 2Q21 a quasi 6 miliardi di dollari.

Più contenuto l’incremento di Broadcom, al terzo posto in questa classifica; la società ha conseguito ricavi per 4,95 miliardi di dollari con un incremento del 19,2% su base annua.

Tornando ad AMD, le entrate dell’azienda nel secondo trimestre 2021 hanno raggiunto i 3,85 miliardi di dollari, in crescita del 99,3% su base annua. A spingere i ricavi di AMD sono state le  console di gioco, le soluzioni embedded e semi-custom e le vendite di CPU per server (questo business di AMD è cresciuto del 183% su base annua nel 2Q21).

Per quanto riguarda le società taiwanesi, MediaTek è stata in grado di sostenere lo slancio acquisito nel primo trimestre 2021 per tutto il 2Q21. Il business dei chip per smartphone di MediaTek, che ha generato la maggior parte delle entrate dell’azienda, ha registrato una crescita del 143% nel 2Q21. Allo stesso tempo, anche i suoi ricavi da altre attività hanno visto una crescita complessiva a due cifre. Complessivamente MediaTek ha registrato un fatturato di 4,49 miliardi di dollari nel 2Q21, in crescita del 98,8% su base annua, e ha raggiunto il quarto posto in classifica. Anche i SoC e i circuiti integrati per display driver di Novatek hanno continuato la loro corsa, grazie anche alla stretta collaborazione di Novatek con le principali fonderie, TSMC, UMC e VIS. I ricavi dei display driver, tradizionalmente la principale fonte di entrate di Novatek, sono cresciuti dell’81% su base annua nel 2Q21.

Alcuni dati sui mercati dei dispositivi finali indicano che la domanda subirà probabilmente un leggero rallentamento nel 3Q21 e porterà a una diminuzione degli ordini per alcuni componenti. Tuttavia, dato che le nuove capacità produttive delle fonderie non saranno disponibili prima di 6-12 mesi, la carenza di chip continuerà sicuramente per tutto il 2021 e probabilmente anche per buona parte del 2022. Inoltre, poiché gli ordini dei clienti di alcune aziende fabless sono ancora inevasi, è probabile che i ricavi di queste società registreranno un’ulteriore crescita nel 2H21, anche se in misura relativamente ridotta. Va infine sottolineato che Marvell dovrebbe beneficiare degli utili di Inphi per i prossimi due trimestri e aumentare le proprie entrate di oltre il 50% su base annua nel 2H21.