mercoledì, Aprile 24, 2024
HomeAZIENDEAttualitàVishay e Nexperia annunciano la chiusura definitiva del processo di vendita dell’impianto...

Vishay e Nexperia annunciano la chiusura definitiva del processo di vendita dell’impianto di Newport

Newport: accordo chiuso tra Vishay e Nexperia
Immagine: Newport Wafer Fab

Vishay Intertechnology e Nexperia hanno annunciato nel novembre 2023 di aver stipulato un accordo secondo cui Vishay acquisirà l’impianto di fabbricazione di semiconduttori e le operazioni di Nexperia situati a Newport, Galles meridionale, Regno Unito.

Al momento di tale annuncio, la chiusura della transazione della fabbrica di wafer di Newport era soggetta alla revisione del governo britannico, ai diritti di acquisto di una terza parte e alle consuete condizioni di chiusura. Nexperia è lieta di annunciare che tutte le condizioni per la vendita sono state soddisfatte e che la vendita della fabbrica di wafer di Newport a Vishay è stata finalizzata, oggi, 6 marzo 2024, garantendo un futuro ai suoi dipendenti e al sito produttivo.

La vicenda di Newport Wafer Fab

Il sito di Newport Wafer Fab era stato acquistato da Nexperia nel luglio 2021, con un’operazione da 63 milioni di sterline.

Nexperia è una società olandese controllata dal produttore cinese di apparecchiature per telecomunicazioni Wingtech Technology – quotata alla borsa di Shanghai – che l’ha acquisita nel 2019.

Nexperia dispone di un’altra fabbrica di front-end nel Regno Unito, nelle vicinanze di Manchester, dove vengono prodotti MOSFET di potenza con wafer da 6 e 8 pollici. Un’altra fabbrica per la fabbricazione di MOSFET di potenza è situata a Laguna, nelle Filippine. La società gestisce anche due siti produttivi di back-end nel Guangdong, in Cina, e a Seremban, in Malesia.

La revisione dell’acquisizione di Newport Wafer Fab è stata avviata a maggio del 2022 dopo che alcuni ministri inglesi si erano detti preoccupati per la sicurezza nazionale a causa dei legami di Wingtech con lo stato cinese.

Nexperia ha sempre negato di essere controllata dalle autorità di Pechino. Due dei 13 membri del suo team di gestione esecutiva, compreso il suo amministratore delegato, sono cinesi, ma tutti gli altri sono cittadini europei o americani.

L’intervento delle autorità britanniche

Nel novembre dello scorso anno le autorità governative del Regno Unito hanno ordinato a Nexperia di vendere almeno l’86% della fabbrica, adducendo motivi di sicurezza nazionale.

Il BEIS britannico (Secretary of State for Business, Energy and Industrial Strategy) ha motivato la decisione col fatto che il controllo dell’impianto da parte di Nexperia potrebbe comportare il trasferimento di know-how e di capacità tecnologiche dell’azienda verso la Cina, con implicazioni legate alla sicurezza nazionale della Gran Bretagna, ai sensi del National Security and Investment Act 2021.

Con l’annuncio odierno, tutte le attività di Newport Wafer Fab diventano definitivamente di proprietà di Vishay Intertechnology.