domenica, Luglio 14, 2024
HomeAZIENDERallenta il business anche per Infineon nell’ultimo trimestre del 2023. La società...

Rallenta il business anche per Infineon nell’ultimo trimestre del 2023. La società prevede ora ricavi annui per 16 miliardi di euro

Q1FY24: rallenta il business per Infineon

Nel trimestre che si è chiuso al 31 dicembre 2023 (Q1FY24 per la società), Infineon ha conseguito ricavi per 3,702 miliardi di euro, in calo sequenziale del’11% e del 6% rispetto allo stesso trimestre di un anno fa.

Questa mattina Infineon Technologies ha diffuso i risultati finanziari relativi all’ultimo trimestre del 2023 (Q1FY24 per la società) che evidenziano un sensibile calo delle attività in un contesto di mercato particolarmente debole tanto da costringere l’azienda a rivedere le previsioni delle vendite per l’anno fiscale 2024 portandole da 17 a 16 miliardi di euro. Ricordiamo che Infineon è una delle poche società globali che presenta i risultati finanziari in valuta locale, ovvero in euro anziché in dollari statunitensi.

Il margine lordo è risultato del 43,2% in calo rispetto al 43,6% del trimestre precedente e del 47,2% rispetto allo stesso trimestre di un anno fa.

L’utile netto è stato di 587 milioni di euro, in calo del 22% rispetto al trimestre precedente (753 milioni) e del 19% rispetto allo stesso trimestre di un anno fa (728 milioni).

Le dichiarazioni

“Nel difficile clima macroeconomico attuale, il business di Infineon si sta dimostrando robusto”, ha dichiarato Jochen Hanebeck, CEO di Infineon Technologies. “Nei settori consumer, comunicazione, informatica e applicazioni IoT prevediamo una ripresa significativa della domanda solo nella seconda metà dell’anno solare. Le nostre aspettative per il settore automobilistico rimangono invariate rispetto a novembre, nonostante un rallentamento della domanda di mobilità elettrica al di fuori della Cina. Come azienda, ci adattiamo costantemente a questa situazione, in modo da soddisfare i nostri obiettivi finanziari per l’anno fiscale in corso. Allo stesso tempo, manteniamo il nostro impegno per importanti investimenti per il futuro, poiché vogliamo sfruttare le opportunità di crescita a lungo termine derivanti dalla decarbonizzazione e dalla digitalizzazione.”

In tutti i quattro settori di attività di Infineon (ATV:Automotive, GIP: Green Industrial Power, PSS: Power & Sensor Systems e CSS: Connected Secure Systems), i ricavi sono stati inferiori rispetto al trimestre precedente.

Le spese in conto capitale nel trimestre sono state di 653 milioni di euro contro i 1.057 milioni del trimestre precedente; il free cash flow è diminuito significativamente attestandosi su un valore negativo di 1.597 milioni di euro, a fronte di un valore positivo di 614 milioni di euro nel trimestre precedente. Il dato del primo trimestre comprende circa 800 milioni di euro relativi ad acquisizioni di aziende, principalmente GaN Systems. Altri fattori importanti che hanno contribuito alla diminuzione del Free Cash Flow sono stati: riduzione significativa dei debiti commerciali, pagamenti di bonus annuali per l’anno fiscale 2023 nonché il continuo accumulo di scorte, in parte per ragioni strategiche.

La posizione di cassa lorda alla fine del primo trimestre dell’anno fiscale 2024 era di 2.712 milioni di euro, rispetto ai 3.590 milioni di euro alla fine dell’anno fiscale 2023. La posizione finanziaria netta è passata da un saldo negativo di 1.143 milioni di euro all’inizio del trimestre ad un saldo negativo di 2.686 milioni di euro al 31/12/2023.

Outlook Q2FY24

Sulla base di un tasso di cambio ipotizzato di 1,10 dollari USA rispetto all’euro, la società prevede vendite per 3,6 miliardi di euro (- 3% sequenziale e -13% rispetto al Q2FY23) con un margine netto di circa il 18%.

Outlook FY2024

Per l’anno fiscale 2024, sulla base di un tasso di cambio ipotizzato di 1,10 dollari USA, Infineon prevede ora di generare entrate di circa 16 miliardi di euro ± 500 milioni di euro, con un margine netto di circa il 20%; il margine lordo dovrebbe essere compreso tra il 40÷45%.

Gli investimenti sono stati ridotti a circa 2,9 miliardi di euro. Il Free Cash Flow adjusted dovrebbe attestarsi intorno a 1,8 miliardi di euro, adeguati agli investimenti in corso, in particolare per i nuovi impianti di front-end e per l’acquisizione di GaN Systems.

Dopo la diffusione della trimestrale, il titolo Infineon ha perso in mattinata il 3% circa. Con il calo odierno, Infineon perde circa il 10% dall’inizio dell’anno.