domenica, Luglio 14, 2024
HomeMERCATINews semiconduttori e mercati del 8 febbraio 2021

News semiconduttori e mercati del 8 febbraio 2021

AMERICA & GLOBAL

Inizio settimana molto positivo, lunedi 8 febbraio 2021, per la borsa americana, i cui tre indici principali hanno raggiunto nuovi record assoluti.

L’ottimismo è alimentato dalla speranza di nuovi stimoli all’economia, dalle ottime trimestrali e da un leggero calo sia dei decessi che dal numero di nuovi casi dovuti al COVID-19.

Delle 295 società dell’S&P 500 che hanno presentato i report finanziari, l’81% ha superato le previsioni degli analisti.

Gli indici sono stati spinti all’insù anche dall’aumento del prezzo del petrolio dovuto ad una maggiore domanda, indizio di un’economia in leggera ripresa.

Battuti, dunque, tutti i record con il Dow Jones che sale dello 0,76% a quota 31.385,76, l’S&P 500 che guadagna lo 0,74% a quota 3.915,59 e il Nasdaq Composite che guadagna lo 0,95% sfiorando quota 14 mila, facendo segnare alla fine delle contrattazioni 13.987,64 punti.

Tra i titoli tecnologici, da segnalare l’avanzata di Twitter (+2,50%) e il buon risultato di Tesla (+1,31% a quota 863,42 dollari) che mantiene i livelli raggiunti dopo la presentazione della trimestrale.

Guadagna molto anche l’indice dell’industria dei semiconduttori, il PHLX Semiconductor (SOX), che sale del 3,13% a quota 3.078,48 punti.

Da segnalare il balzo di NVIDIA che guadagna il 6,24% a quota 577,55 dollari, ai massimi da molte settimane, sulla scia della conferma dell’acquisizione di Dialog Semiconductor da parte di Renesas. Guadagna molto anche AMD (+4,04%) e tutte le aziende legate alla produzione di impianti, materiali e servizi per l’industria dei semiconduttori.

Applied Materials guadagna il 5,44%, KLA Corporation sale del 4,94%, Brooks Automation avanza del 5,54%, LAM Research guadagna il 4,52% e TSMC sale del 3,74%.

L’unica azienda del comparto in controtendenza è MKS Instruments (-8,06%), dopo che la società ha alzato la posta per l’acquisizione di Coherent, società che tre settimane fa aveva raggiunto un accordo di fusione con Lumentum.

L’offerta di MKS è di 240 dollari per azione e rappresenta un premio di circa il 16% rispetto al valore implicito dell’accordo di fusione tra Coherent e Lumentum e del 58% sul prezzo di chiusura del titolo Coherent il 15 gennaio 2021, l’ultimo giorno di negoziazione prima dell’accordo.

MKS ritiene che la sua proposta offra vantaggi strategici e finanziari convincenti per gli azionisti sia di MKS che di Coherent. Evidentemente, vista la chiusura di borsa, il mercato la pensa in maniera differente.

Ieri, dopo insistenti voci di mercato, è stato annunciato l’accordo per l’acquisizione di Dialog Semiconductor da parte di Renesas Electronics.

La società giapponese ha offerto 5,9 miliardi di dollari per l’intero pacchetto azionario della fabless britannica, corrispondente ad un premio di circa il 20% rispetto alle quotazioni di borsa di venerdì scorso, battendo sul tempo altri possibili acquirenti tra i quali, si vocifera, la multinazionale italo-francese STMicroelectronics.

Un corrispettivo, secondo alcuni osservatori troppo alto, a causa dello stretto legame tra Dialog e Apple, cliente che assicura il 40÷50% del fatturato di Dialog.

Le competenze di Dialog nei chip a basso consumo energetico, compresi quelli per la connettività, per applicazioni in ambito automobilistico e industriale, sono una delle ragioni che hanno spinto Renesas ad acquistare Dialog.

Renesas conferma così la sua politica di crescita per  “vie esterne” basata su acquisizioni e fusioni: nel 2017 la società ha acquisito Intersil per 3,2 miliardi di dollari, società specializzata in chip analogici e di alimentazione per applicazioni nei mercati industriale, infrastrutturale, mobile, automobilistico e aerospaziale; l’anno seguente Renesas ha acquisito Integrated Device Technology (IDT) per 6,7 miliardi di dollari, una società specializzata in dispositivi a segnali misti a bassa potenza e alte prestazioni per le comunicazioni avanzate e il mercato consumer.

L’acquisizione dovrebbe comportare una crescita incrementale dei ricavi di circa 200 milioni di dollari mentre le sinergie operative dovrebbero avere un impatto di altri 125 milioni di dollari.

Il primo obiettivo dovrebbe essere raggiunto entro 4÷5 anni, il secondo entro 3 anni dalla chiusura della transazione che è stata già approvata all’unanimità dai consigli di amministrazione di entrambe le società e che dovrebbe concludersi entro la fine del 2021. Renesas finanzierà l’acquisizione tramite un credito bancario fino a 735 miliardi di yen e con l’emissione di nuove azioni.

Per quanto riguarda i prodotti, ieri ON Semiconductor ha introdotto la piattaforma RSL10 Smart Shot Camera per acquisizione immagini di tipo “event-trigger” che, grazie all’abbinamento di funzioni di intelligenza artificiale (AI) basate su cloud, permette lo sviluppo di endpoint IoT di nuova generazione.

Immagine: ON Semiconductor.

RSL10 Smart Shot Camera permette di aggiungere il riconoscimento dell’immagine basato sull’intelligenza artificiale a endopoint a bassissimo consumo utilizzati in applicazioni quali telecamere di sorveglianza, monitoraggio di aree ristrette, automazione di fabbrica, agricoltura intelligente e smart home. La relativa applicazione per smartphone fornisce l’interfaccia utente per la piattaforma e agisce alla stregua di gateway ai servizi di riconoscimento degli oggetti basati su cloud che sfruttano l’intelligenza artificiale.

Questa piattaforma integra numerosi prodotti innovativi sviluppati da ON Semiconductor, tra cui il SIP RSL10, che fornisce la connettività BLE (Bluetooth Low Energy) a bassissimo consumo e il modulo ARX3A0 monocromatico con campo visivo diagonale (DFOV) di 65° della serie IAS. Quest’ultimo è un prototipo compatto utilizzato per lo sviluppo di telecamere di ridotte dimensioni per la visione monocromatica operanti a 360 fps (frame per second) basato sul sensore di immagine CMOS ARX3A0. Completa di avanzati sensori ambientali e di movimenti e da dispositivi per la gestione della batteria e della potenza, la piattaforma si propone come una soluzione che può essere impiegata per acquisire immagini e identificare oggetti all’interno di esse in maniera autonoma.

I dati relativi all’immagine vengono trasferiti al cloud attraverso un gateway, mediante una connessione Bluetooth Low Energy, che utilizza SIP RSL10. I bassi consumi che caratterizzano i componenti utilizzati per la realizzazione della piattaforma permettono a quest’ultima di funzionare per lunghi periodi di tempo. I trigger vengono configurati utilizzando la relativa app, sempre attraverso una connessione Bluetooth Low Energy.

ASIA

Giornata molto positiva anche per tutte le borse asiatiche. Chiusa Taipei per festività (resterà chiusa tutta la settimana), guadagna l’1,03% l’indice Shanghai Composite e lo 0,11% l’Hang Seng di Hong Kong. All’interno di quest’ultimo paniere, continua a perdere il titolo SMIC (-3,28%) dopo la debole trimestrale rilasciata venerdì.

In Corea l’indice KOSPI sale dello 0,94% mentre a Tokyo continua la corsa del Nikkei 225 che guadagna il 2,12% a quota 29.388,50 punti.

Tra i titoli del settore dei semiconduttori che guadagnano di più da segnalare Rohm (+3,32%) e Advantest (+4.62%).

Sul fronte dei prodotti, Toshiba ha presentato ieri il fotorelè TLP241B ad alta corrente ottimizzato per applicazioni industriali.

Immagine: Toshiba Electronics.

Il TLP241B è un fotorelè ad alta corrente, destinato all’uso nei sistemi industriali, come i controllori logici programmabili (PLC) e le interfacce I/O, nonché nei sistemi di automazione degli edifici come le unità HVAC (riscaldamento, ventilazione e condizionamento dell’aria).

Incorporando un MOSFET U-MOS ultra-avanzato di Toshiba, il TLP241B stabilisce nuovi parametri di riferimento per le prestazioni. È il primo dispositivo fotorelè sul mercato ad avere una tensione del terminale di uscita in stato di off che va da 40V a 100V. Di conseguenza, ha la capacità di sostituire i relè elettromeccanici di dimensioni più grandi, fornendo un’alternativa più affidabile, economica e salvaspazio. Basandosi su un sistema ottico senza contatto piuttosto che su parti mobili, gli ingegneri possono beneficiare di una durata operativa più lunga, di una minore complessità del sistema e di una risposta più rapida. Inoltre, il TLP241B possiede altre caratteristiche chiave che ne aumenteranno la convenienza. Il dispositivo offre una corrente nominale in stato ON di 2A (continua) e 6A (pulsata). Offre inoltre capacità di isolamento di 5kV, con un intervallo di temperature di esercizio che va da -40 a +110 °C. Il fotorelè è alloggiato in un package DIP4.

 

EUROPA 

Continua il momento positivo anche per le borse europee con Milano che surclassa gli altri mercati e che guadagna l’1,48% sulla scia dell’incarico a Mario Draghi per formare un nuovo governo.

Positive anche tutte le aziende dell’industria dei semiconduttori dopo l’annuncio dell’acquisizione di Dialog da parte di Renesas.

STMicroelectronics guadagna l’1,75% a quota 34,28 euro per azione; più consistente l’incremento di Infineon Technologies che sale del 3,84% a quota 35,42 euro.

Guadagna anche l’olandese ASML che sale dell’1,54%.