giovedì, Maggio 23, 2024
HomeAcquisizioniLa tecnologia a basso consumo di Dialog dietro l’acquisizione della società da...

La tecnologia a basso consumo di Dialog dietro l’acquisizione della società da parte di Renesas per 5,9 miliardi di dollari

Dopo un 2020 da record con oltre 100 miliardi spesi nelle operazioni di M&A, riparte il consolidamento del mercato dei semiconduttori con l’acquisizione di Dialog Semiconductor, società fabless inglese, da parte di Renesas Electronics, società giapponese con una forte presenza nel settore automotive. Un’azienda per molti versi simile alla multinazionale italo-francese STMicroelectronics che, non a caso, alcune voci davano interessata alla partita.

Alla fine l’ha spuntata Renesas che ha messo sul piatto un importo di circa 6 milioni di dollari in contanti, corrispondente ad un premio di circa il 20% rispetto alle quotazioni di borsa di venerdì scorso.

Un importo, secondo alcuni osservatori, troppo alto a causa dello stretto legame tra Dialog e Apple, cliente che assicura il 40÷50% del fatturato di Dialog.

Le ragioni delle acquisizioni in questo campo sono essenzialmente due: il contenimento dei costi di Ricerca e Sviluppo in un settore industriale sempre più complesso o la necessità di acquisire specifiche competenze e tecnologie in mercati caratterizzati e da elevati tassi di crescita, competenze che richiederebbero troppo tempo per essere sviluppate all’interno.

In questo caso sono proprio le competenze di Dialog nei chip a basso consumo energetico, compresi quelli per la connettività, per applicazioni in ambito automobilistico e industriale, che mancavano a Renesas.

La crescita per “vie esterne” è una delle caratteristiche di Renesas Electronics: nel 2017 la società ha acquisito Intersil per 3,2 miliardi di dollari, società specializzata in chip analogici e di alimentazione per applicazioni nei mercati industriale, infrastrutturale, mobile, automobilistico e aerospaziale; l’anno seguente Renesas ha acquisito Integrated Device Technology (IDT) per 6,7 miliardi di dollari, una società specializzata in dispositivi a segnali misti a bassa potenza e alte prestazioni per le comunicazioni avanzate e il mercato consumer.

L’offerta di Renesas è di 67,50 Euro per azione, pari ad una valutazione della società di circa 4,9 miliardi di Euro (5,9 miliardi di dollari); l’acquisizione dovrebbe comportare una crescita incrementale dei ricavi di circa 200 milioni di dollari mentre le sinergie operative dovrebbero avere un impatto di altri 125 milioni di dollari.

Il primo obiettivo dovrebbe essere raggiunto entro 4÷5 anni, il secondo entro 3 anni dalla chiusura della transazione che è stata già approvata all’unanimità dai consigli di amministrazione di entrambe le società e che dovrebbe concludersi entro la fine del 2021.

Renesas finanzierà l’acquisizione tramite un credito bancario fino a 735 miliardi di yen e con l’emissione di nuove azioni.

Jalal Bagherli, Ceo di Dialog, ha detto che il board ha raccomandato l’offerta di Renesas dopo lunghe discussioni, aggiungendo che è soggetta al Takeover Code del Regno Unito e che l’azienda prenderà comunque in considerazione delle controfferte.

Dialog è un’azienda inglese con sede a Reading, nelle vicinanze di Londra, che fattura circa 1,4 miliardi di dollari e che, a livello globale, ha circa 2.300 dipendenti.

Dialog è specializzata in dispositivi a segnale misto particolarmente  efficienti dal punto di vista energetico per un’ampia gamma di applicazioni nell’ambito dell’IoT, dell’elettronica di consumo e dei mercati automobilistici e industriali. L’azienda offre un’ampia gamma di prodotti tra cui gestione della batteria e dell’alimentazione, conversione dell’alimentazione, segnale misto configurabile (CMIC), driver LED, circuiti integrati a segnale misto (ASIC) personalizzati e IC per la gestione dell’alimentazione automobilistica (PMIC), tecnologia di ricarica wireless e altro ancora.

Dialog offre anche BLE, WiFi e sistemi SoC che forniscono connettività avanzata per un’ampia gamma di applicazioni, dalla smart home / building automation, ai dispositivi indossabili, alla medicina connessa. Tutti questi sistemi completano ed espandono il portafoglio di Renesas nella fornitura di soluzioni complete per migliorare le prestazioni e l’efficienza nei sistemi elettronici.

La natura complementare delle risorse tecnologiche consentiranno a Renesas di costruire prodotti più robusti e completi per i segmenti ad alta crescita dei mercati IoT, industriale e automobilistico.

Sicuramente l’acquisizione non avrà effetti sull’attuale carenza di chip per il mercato automotive – di cui Renesas è uno dei principali protagonisti – che sta minacciando la ripresa dell’industria automobilistica globale.

L’operazione che abbiamo annunciato oggi rappresenta la nostra prossima importante tappa per accelerare il piano di crescita di Renesas e realizzare vantaggi strategici e finanziari sostanziali, dopo le nostre precedenti acquisizioni”, ha dichiarato il numero uno del gruppo giapponese, Hidetoshi Shibata, che ha sottolineato anche come “la forte cultura di innovazione e le eccellenti relazioni con i clienti di Dialog, come pure la sua attività in settori in piena crescita, come l’Internet delle cose e l’industria automobilistica, vanno a complementare ed espandere la leadership di Renesas”.

Per diversi anni, abbiamo attuato con successo una strategia di diversificazione che posiziona Dialog all’interno di trend ad elevata crescita“, ha affermato il Dr. Jalal Bagherli, CEO di Dialog. “Abbiamo costruito una solida base di esperienza analogica ad alte prestazioni e di segnali misti ad alta efficienza energetica e abbiamo ampliato il nostro portafoglio di prodotti per i mercati più innovativi. Queste soluzioni, combinate con il portafoglio leader di elaborazione, analogico e di alimentazione embedded di Renesas, crea opportunità di crescita ancora maggiori nel mondo sempre più connesso di oggi. La nuova società sarà in una posizione ancora più forte per fornire prodotti innovativi per questi mercati, basandosi sulle ampie capacità di vendita, distribuzione e assistenza clienti di Renesas“.

Mercoledì 10 febbraio Renesas presenterà i risultati finanziari relativi al quarto trimestre 2020 e quelli dell’intero 2020.

Alla Borsa di Francoforte dove è quotato, il titolo Dialog è cresciuto di circa il 20% portandosi ad un valore di 65,30 Euro, di poco inferiore all’offerta di Renesas.

Alla Borsa di Tokyo, invece, lunedì il titolo Renesas ha perso il 3,61% ma è visto in netto recupero.