mercoledì, Aprile 24, 2024
HomeMERCATINews semiconduttori e mercati dal 18 maggio 2021

News semiconduttori e mercati dal 18 maggio 2021

AMERICA & GLOBAL

Tutti in rosso – martedì 18 maggio 2021 – i principali indici della borsa americana per le preoccupazioni di un aumento dell’inflazione e del conseguente aumento del costo del denaro.

L’ondata di vendite si è fatta più consistente verso la fine della seduta interessando i titoli bancari, energetici e industriali; i ribassi hanno coinvolto anche i tecnologici e i semiconduttori.

Nonostante i forti guadagni evidenziati dalle trimestrali e le previsioni di una forte ripresa economica, prevalgono tra gli operatori le preoccupazioni per l’inflazione.

Per quanto riguarda gli altri dati finanziari, la giornata di martedì è stata caratterizata dalla debolezza del dollaro che nei confronti dell’euro ha chiuso a 1,2230; in calo anche il prezzo del petrolio mentre è rimasto stabile il mercato obbligazionario con il T-bond a 10 anni che è salito all’1,641% dall’1,639% di lunedì.

Alla fine delle contrattazioni il Dow Jones  perde lo 0,78% a quota 34.060 punti, l’S&P 500 arretra dello 0,85% a quota 4.127 punti, il Nasdaq Composite chiude a 13.303 punti, in calo dello 0,56%.

Quasi tutti in rosso i tecnologici con l’eccezione di Tesla che guadagna lo 0,18% a 577,87 dollari e Twitter che sale dell’1,12%.

Arretrano Alphabet  (-1,16%), Microsoft (-0,86%), Apple (-1,12%), Facebook (-1,74%) e Amazon (-1,17%).

Per quanto riguarda i semiconduttori, chiude in calo dello 0,86% il PHLX Semiconductor (SOX).

Tra i titoli più penalizzati ieri, Applied Materials (-1,42%), Micron Technology (-1,51%), CMC Materials (-1,91%) e Analog Devices (-1,49%); quest’ultima società diffonderà mercoledì 19 maggio i dati finanziari del primo trimestre, ultima tra i big del settore.

Poche le società col segno più; tra queste TSMC       (+0,95%), Brooks Automation (+0,72%) e NXP Semiconductors (+0,04%).

Tutte i rosso le principali società del paniere, da Qualcomm (-0,69%) a Intel (-0,89%), da NVIDIA (-1,06%) a Texas Instruments (-1,08%).
 

ASIA

Dopo continui e generalizzati cali per il timore di una nuova ondata pandemica, rimbalzano nella notte le piazze asiatiche con la borsa di Taipei – la più penalizzata in questi giorni – che guadagna oltre il 5%, spinta dal recupero dei titoli dell’industria dei semiconduttori.

Le borse della Cina continentale, che non sono state interessate dalla recente ondata di ribassi, sono quelle che guadagnano meno, appena lo 0,32% per l’indice Shanghai Composite e lo 0,17% per lo Shenzhen Composite.

Ad Hong Kong, al contrario, l’indice Hang Seng avanza dell’1,42%, a quota 28.593 punti. Tutti ampiamente positivi i tecnologici con l’eccezione di SMIC (-1,08%) che, dopo la diffusione della trimestrale, resta piuttosto debole.

Alibaba Group guadagna l’1,07%, Tencent sale dell’1,17%, Xiaomi avanza dell’1,72% e Baidu guadagna il 2,02%.

Cresce anche l’indice coreano KOSPI che guadagna l’1,23%, con  i tecnologici del listino tutti positivi, in particolare SK Hynix che sale del 2,98%.

Dopo una settimana di pesanti perdite, rimbalza con forza l’indice Taiex della borsa di Taipei che guadagna il 5,16%, spinto dai tecnologici, in particolare da UMC che sale del 9,90%, da MediaTek che guadagna l’8,75%, e da TSMC che avanza del 4,19%.

In Giappone l’indice Nikkei 225 guadagna il 2,09% a quota 28.406 punti. Contrastati i titoli dell’industria dei semiconduttori con Renesas (-0,94%) e Rohm (-0,20%) in rosso, mentre Tokyo Electron guadagna l’1,30%, Advantest sale dell’1,98% e Murata avanza dello 0,28%.


EUROPA  

Dopo una partenza più che positiva, si sgonfiano le borse europee che chiudono con variazioni minime. Negative Parigi e Francoforte, positive Milano e Londra.

L’indice STOXX Europe 600 guadagna lo 0,28% mentre l’FTSE MIB chiude con un +0,071% a 24.880 punti, dopo aver superato in giornata i 25 mila punti.

Leggero recupero per i titoli dei semiconduttori con  STMicroelectronics che guadagna lo 0,55% a quota 29,19 euro, Infineon Technologies che sale dello 0,19% a quota 31,40 euro e ASML che avanza dello 0,79% a quota 522,90 euro. Alla borsa di Francoforte NXP Semiconductors chiude a 158,62 euro con un guadagno dell’1,76%. In controtendenza ams che chiude con una perdita dell’1,71%.

Per quanto riguarda i nuovi prodotti, Allegro MicroSystems ha annunciato il rilascio del sensore A31315, il più recente membro della famiglia 3DMAG di circuiti integrati per sensori magnetici di posizione, rotanti e lineari, per applicazioni automobilistiche e industriali. I sensori 3DMAG combinano le comprovate tecnologie ad effetto Hall planare e verticale di Allegro per misurare i componenti del campo magnetico lungo tre assi (X, Y, Z), consentendo vere capacità di rilevamento 3D entro un’ampia  gamma dinamica magnetica senza saturazione.

I continui progressi nei sistemi avanzati di assistenza alla guida (ADAS) e nei sistemi di guida autonoma presentano nuove sfide in termini di prestazioni e sicurezza funzionale per gli integratori di sistema. Il sensore A31315 affronta queste sfide fornendo la precisione di misurazione e le prestazioni necessarie per soddisfare i severi requisiti delle applicazioni automobilistiche critiche per la sicurezza, inclusi i sistemi di sterzo, frenata, trasmissione e acceleratore.

Il flessibile front-end 3D dei sensori ad effetto Hall e l’architettura di elaborazione del segnale configurabile consentono misurazioni di posizione lineare assoluta e rotativa fino a 360°, facilitando al contempo le sfide di integrazione del sistema fornendo maggiore libertà nel posizionamento del sensore. I dispositivi Allegro 3DMAG esistenti, come i sensori ALS31300 e ALS31313, supportano anche applicazioni magnetometriche 3D in cui tutti e tre i componenti magnetici (BX , BY , BZ ) sono necessari per tracciare movimenti magnetici complessi.

Per affrontare le complesse esigenze di sicurezza dei sistemi di guida autonoma e delle applicazioni ADAS, il sensore di posizione A31315 dispone di funzionalità diagnostiche avanzate su chip in grado di garantire un funzionamento affidabile e sicuro. Supporta il rilevamento della posizione sia rotante che lineare in un design robusto con un eccellente errore dell’angolo nativo a qualsiasi temperatura e su qualsiasi piano (errore inferiore a 1,2° nell’intervallo operativo del sensore da -40 °C a + 150 ° C). In accordo con le linee guida sulla sicurezza funzionale Safety Element out of Context (SEooC), il sensore A31315 supporta l’integrazione a livello di sistema ASIL-B (singolo die) e ASIL-D (doppio die) in conformità con ISO 26262; risulta inoltre qualificato per il settore automobilistico secondo AEC-Q100 Grade 0.

Il sensore A31315 è disponibile come singolo die in un compatto contenitore SOIC-8 e come doppio die impilato, completamente ridondante, in un contenitore TSSOP-14 per applicazioni che richiedono ridondanza o livelli di misurazione più elevati. A differenza delle tradizionali configurazioni a doppio die side-by-side, la soluzione impilata di Allegro garantisce misurazioni dei campi magnetici praticamente identiche. Questo innovativo design consente al sensore A31315 a doppio die di offrire prestazioni accurate e simili tra i due canali nonché e soglie di confronto ancora più strette per sistemi di sicurezza ridondanti.

Tendenze emergenti come la guida autonoma, l’elettrificazione dei veicoli e l’Industria 4.0 stanno creando nuovi vincoli per quanto riguarda dimensioni, prestazioni e consumi. I sensori 3DMAG,  incluso il nuovo A31315, aiutano i progettisti in tutti questi ambiti, facilitando l’integrazione del sistema e consentendo al contempo ai clienti di raggiungere elevati livelli di precisione. L’ampia gamma di opzioni di linearizzazione e regolazione programmabili consente ai sensori di essere facilmente adattati ai circuiti magnetici al fine di ottimizzare sia l’accuratezza che l’efficienza di produzione e programmazione. I sensori 3DMAG offrono anche un basso consumo energetico e opzioni flessibili di gestione dell’alimentazione, consentendo l’ottimizzazione della durata della batteria nelle applicazioni portatili.

I sensori 3DMAG supportano la programmazione flessibile a bassa tensione attraverso le uscite dei sensori, indipendentemente dall’interfaccia (ad es., Analogica, SAE J2716 SENT, PWM, I2C), consentendo la programmazione diretta da parte di un microcontrollore con semplificazione dell’interfaccia per la calibrazione di fine linea. Questa opzione di programmazione a bassa tensione apre anche nuove architetture di sistema con progetti di moduli sensore sostituibili sul campo che possono essere programmati dall’unità di controllo elettronica (ECU).

Ulteriori informazioni sulla famiglia di prodotti Allegro 3DMAG, incluso il sensore di posizione A31315 ad alte prestazioni e le risorse di progettazione, sono disponibili al seguente link.