giovedì, Maggio 23, 2024
HomeNEWSInfineon guida il progetto di ricerca europeo iRel40 per migliorare l’affidabilità dei...

Infineon guida il progetto di ricerca europeo iRel40 per migliorare l’affidabilità dei componenti elettronici

Coordinati da Infineon Technologies, 75 partner scientifici e industriali di 13 paesi stanno unendo le loro forze per l’iniziativa di ricerca a livello europeo Intelligent Reliability 4.0 (iRel40) che mira a migliorare l’affidabilità dei sistemi elettronici e dei componenti microelettronici.

iRel40 rafforzerà la competitività industriale dei componenti e dei sistemi elettronici per i trasporti e la mobilità, l’industria digitale e l’applicazione dell’energia mediante l’affidabilità lungo la catena del valore.

iRel40 adotta un approccio olistico per ottimizzare l’affidabilità dei sistemi microelettronici lungo l’intera catena del valore: dal wafer al chip, all’imballaggio, fino al sistema e all’applicazione effettiva. L’obiettivo è ridurre significativamente i tassi di guasto e migliorare la qualità e la durata del prodotto. Questo approccio contribuisce anche a una gestione più sostenibile delle risorse naturali.

Il miglioramento delle prestazioni dell’elettronica attraverso la miniaturizzazione e l’integrazione di un numero sempre maggiore di funzioni è in costante crescita. Le prestazioni e la complessità stanno aumentando mentre i costi per funzione diminuiscono“, ha dichiarato il dott. Reinhard Ploss, CEO di Infineon Technologies. “Una potente elettronica costituisce la base per tecnologie lungimiranti come l’elettromobilità, la guida autonoma, le energie rinnovabili e le soluzioni connesse ad alta efficienza energetica. Tuttavia, avranno successo solo se gli utenti possono contare su affidabilità, qualità e durata. L’affidabilità è un fattore chiave di differenziazione nella concorrenza internazionale“.

Leader del mondo scientifico e industriale europeo stanno lavorando insieme per raggiungere questo obiettivo. Si affidano alle più recenti intuizioni e metodi nella ricerca sui materiali e nell’analisi dei guasti, inclusa la modellazione e la simulazione, nonché l’intelligenza artificiale. Il progetto è suddiviso in otto pacchetti di lavoro che trattano aspetti quali requisiti, principi teorici, materiali, metodi di prova e applicazioni pilota. Infineon, in particolare, contribuirà con la sua esperienza e capacità nella tecnologia dei chip e del packaging.

Esempi pilota definiti per nuove applicazioni e ottimizzazione delle fabbriche

I metodi e i processi sviluppati per migliorare l’affidabilità devono essere verificati in sedici casi d’uso effettivi nei settori dell’energia, dei trasporti e dell’industria, nonché in altri diciotto progetti pilota di fabbrica. “Abbiamo già definito i requisiti e le specifiche per il controllo dei risultati del nostro lavoro”, afferma il responsabile del progetto Dr. Klaus Pressel di Infineon. “Il nostro obiettivo è migliorare i processi di produzione nella microelettronica con l’ausilio di sensori e metodi ottici, al fine di ridurre il tasso di fallimento nella produzione, migliorare la qualità e infine ottenere la massima affidabilità per i nuovi prodotti“.

Rafforzare il business europeo

Il progetto dovrebbe garantire circa 25.000 posti di lavoro altamente qualificati in tutta Europa attraverso forti partnership e investimenti nell’innovazione. L’Unione Europea sta finanziando iRel40 nell’ambito del programma ECSEL (Electronic Components and Systems for European Leadership). Il finanziamento dalla Germania sarà fornito dal Ministero federale dell’Istruzione e della ricerca e dai due stati della Sassonia e della Turingia. Il progetto durerà tre anni e terminerà nell’aprile 2023.