mercoledì, Aprile 24, 2024
HomeIN EVIDENZAimec porta in Spagna una nuova linea di processo da 300 mm...

imec porta in Spagna una nuova linea di processo da 300 mm per la ricerca e lo sviluppo di materiali alternativi al silicio

imec: nuova linea da 300 mm in Spagna

La nuova struttura di ricerca e sviluppo integrerà la camera bianca da 300 mm di imec a Lovanio con nuovi processi e materiali per stimolare l’innovazione in settori quali la sanità e la realtà aumentata e virtuale.

Il governo spagnolo, insieme al governo regionale dell’Andalusia e all’imec, il polo di ricerca e innovazione leader a livello mondiale nel campo della nanoelettronica e della tecnologia digitale, hanno annunciato oggi di aver firmato un Memorandum of Understanding (MoU ) con l’intenzione di creare una linea pilota specializzata nella tecnologia dei chip a Malaga (Andalusia).

È trascorso appena un mese da quando Malaga è stata scelta dall’imec come nuova sede per il suo centro di ricerca e sviluppo di semiconduttori nella penisola iberica.

Materiali alternativi per il processo da 300 mm

La nuova innovativa struttura intende integrare la linea di processo CMOS avanzata da 300 mm esistente di imec a Lovanio, in Belgio, con nuovi sviluppi di processi da 300 mm e l’introduzione di nuovi materiali che oggi sono difficili da combinare con i processi CMOS standard. La nuova struttura mira a rispondere alle esigenze di ricerca e sviluppo e prototipazione del settore e ad aprire la strada alla produzione di nuove promettenti tecnologie.

L’iniziativa mira a sfruttare i vantaggi unici della tecnologia di processo dei semiconduttori all’avanguardia da 300 mm per promuovere nuove applicazioni nei settori sanitario, della biologia,  fotonica, realtà aumentata e virtuale, rilevamento di precisione, eccetera. Integrando le competenze e le infrastrutture esistenti a Lovanio con non-processi standard attualmente incompatibili con i processi di produzione dei semiconduttori, i due siti dovrebbero essere strettamente collegati.

Il confronto inizierà da subito con l’obiettivo di trovare un forte modello di cooperazione pubblico-privato, tra imec, governo spagnolo e governo dell’Andalusia. I governi sono già d’accordo nel sostenere la costruzione della nuova struttura, comprese le attrezzature avanzate. Hanno inoltre formulato l’intenzione di sostenere finanziariamente le operazioni della linea pilota in modo sostenibile e a lungo termine, a beneficio del crescente ecosistema spagnolo dei semiconduttori. Imec intende gestire le operazioni, fornire le conoscenze e la tecnologia necessarie e garantire l’accesso alla sua rete globale di partner accademici e industriali.

Questo protocollo d’intesa sottolinea l’ambizione dei partner di collaborare su scala paneuropea per contribuire all’ecosistema spagnolo. Si basa sui punti di forza locali, ma sfrutta le competenze e le capacità transfrontaliere per affrontare le sfide sociali globali, sostenendo al contempo le ambizioni economiche regionali.

Con la creazione di questa nuova struttura, strettamente collegata alla linea pilota da 300 mm di imec con sede a Lovanio, l’obiettivo è sfruttare appieno il potenziale di innovazione in Spagna e Andalusia. Ulteriori dettagli verranno divulgati a conclusione della trattativa tra i tre protagonisti dell’iniziativa.