lunedì, Maggio 20, 2024
HomeMERCATINews semiconduttori e mercati del 22 aprile 2021

News semiconduttori e mercati del 22 aprile 2021

AMERICA & GLOBAL

Mentre le borse europee e mondiali chiudono in rialzo, su Wall Street – giovedì 22 aprile 2021 – arriva la doccia fredda del progetto di aumento della tassazione sui guadagni di borsa che, dall’attuale 20%, potrebbe arrivare al 39,6% e oltre per i redditi superiori al milione di dollari, secondo quanto riportato da Bloomberg.

A nulla sono valse le buone notizie sulla disoccupazione con il calo settimanale delle nuove domande di sussidio di 39 mila unità rispetto alle previsioni: gli indici principali sono scesi all’unisono chiudendo con perdite attorno all’1%.

Il Dow Jones chiude a 33.815 punti in calo dello 0,94%, l’S&P 500 arretra dello 0,92% a quota 4.134 punti e il Nasdaq Composite perde lo 0,94% a quota 13.818 punti.

Tra i tecnologici, chiudono con pesanti perdite Twitter (-4,49%) e Tesla (-3,28%).

Significative le perdite di molti altri titoli, da Amazon (-1,58%) a Facebook (-1,64%), da Microsoft (-1,31%) a Apple (-1,17%) e Alphabet (-1,13%).

Anche il comparto dei semiconduttori arretra pesantemente con l’indice di riferimento, il PHLX Semiconductor (SOX) che perde il 2,31% a quota 3.133 punti.

Il brusco calo delle quotazioni colpisce in particolare Micron (-4,91%), Lam Research (-4,29%), e AMD (-2,97%).

Tra i big del settore, NVIDIA perde il 2,79%, Applied Materials il 2,53%, Qualcomm il 2,35%, TSMC l’1,98%, Texas Instruments l’1,77% e Intel l’1,73%.

In controtendenza solo Brooks Automation che guadagna il 2,40%.

Ieri sera, dopo la chiusura della borsa, Intel ha diffuso i dati di bilancio relativi al primo trimestre 2021 che evidenziano un calo di tutti gli indici, dai ricavi all’utile, ma che sono migliori rispetto alle previsioni degli analisti e della stessa società. Nel dopoborsa il titolo ha perso il 3% circa.

ASIA

Borse asiatiche contrastate con la piazza di Tokyo che rimbalza dopo due giorni di pesanti perdite.

In Cina l’indice Shanghai Composite arretra dello 0,23% mentre il più tecnologico Shenzhen Composite guadagna lo 0,48%.

Simile l’andamento dell’Hang Seng di Hong Kong che guadagna lo 0,47% a quota 28.755 punti. Quasi tutti positivi i tecnologici con Tencent che guadagna l’1,72% e Baidu che sale del 3,17%.

Poco mosso l’indice coreano KOSPI che guadagna lo 0,18% mentre arretra dello 0,61% l’indice Taiex della borsa di Taipei. Anche i titoli tecnologici delle due piazze risultano poco mossi con variazioni frazionali.

Rimbalza invece del 2,38% il Nikkei 225 della borsa di Tokyo, a quota 29.188 punti. Tutti decisamente positivi gli indici delle aziende di semiconduttori da Renesas (+1,39%) a Murata (+2,06%), da Tokyo Electron (+4,58%) a Rohm (+1,90%), per finire con Advantest (+4,10%) e Toshiba (+3,45%).

Per quanto riguarda i nuovi prodotti, ROHM ha presentato la serie CSL1104WB di chip LED bianchi ultracompatti ad elevata intensità luminosa. I prodotti sono ottimizzati per applicazioni che richiedono l’emissione di luce bianca a luminosità elevata, come dispositivi IoT, droni e altre applicazioni a batteria.

Immagine: Rohm Semiconductor

Negli ultimi anni, al fine di migliorare la visibilità in una vasta gamma di applicazioni nei settori dell’elettronica di consumo ed automotive, sta aumentando l’uso di LED bianchi con intensità luminosa elevata (2,0 cd). Al contempo, la comparsa di applicazioni che montano LED multipli in uno spazio limitato – come i dispositivi IoT e i droni – richiede un montaggio ad alta densità. Ciò complica il raggiungimento di una luminosità elevata in ingombri ridotti.

La serie CSL1104WB raggiunge un’intensità luminosa elevata, pari a 2,0 cd, in dimensioni 1608 ultracompatte (1,6 mm x 0,8 mm = 1,28 mm²), che in precedenza erano difficili da ottenere. Il risultato è la stessa luminosità garantita dall’attuale package PLCC mainstream di dimensioni 3528 (3,5 mm x 2,8 mm = 9,8 mm²), ma in un formato più piccolo dell’87%.
La variazione di colore, inoltre, è migliorata significativamente, aspetto che semplifica il processo di regolazione del colore garantendo una accurata cromaticità del bianco. Ciò contribuisce non solo a maggiori risparmi di spazio nell’applicazione, ma anche al miglioramento della flessibilità nel design nonché della visibilità, grazie al montaggio ad alta densità di LED a luminosità elevata. Ne deriva una considerevole riduzione del lavoro di sviluppo. Oltretutto, è in programma l’ottenimento della certificazione di conformità allo standard AEC-Q102 appositamente sviluppato per i dispositivi ottici, che garantisce l’affidabilità per i sistemi automotive e consente un’applicazione senza problemi dei prodotti con tale qualifica all’interno di apparecchiature industriali ed applicazioni automotive operanti in ambienti difficili.

ROHM si impegna ad ampliare ulteriormente la sua linea di chip LED bianchi in dimensioni 1608 da bassa ad alta luminosità, con l’obiettivo di aumentare la flessibilità del design semplificando al contempo il lavoro di sviluppo (ad esempio riducendo l’altezza dell’applicazione, semplificando così il design del prodotto).

Da parte sua, Renesas Electronics ha annunciato che il suo microcontrollore (MCU) RX65N a 32 bit ha ottenuto la certificazione Cryptographic Module Validation Program (CMVP) di livello 3 secondo lo standard di sicurezza FIPS 140-2 del National Institute of Standards and Technology (NIST). L’RX65N è il primo microcontrollore per uso generico al mondo a ottenere la certificazione di livello 3.

Immagine: Renesas Electronics

Lo standard FIPS 140 è un requisito di sicurezza essenziale per le applicazioni utilizzate da agenzie governative, istituzioni finanziarie, strutture pubbliche e infrastrutture e sta diventando lo standard di sicurezza de-facto a livello mondiale. Il livello 3 è un livello di sicurezza particolarmente elevato con meccanismi di rilevamento / risposta delle manomissioni e di autenticazione basata sull’identità per i dispositivi utilizzati per gestire le informazioni finanziarie come i moduli di sicurezza hardware (HSM) e le smart card. L’utilizzo dell’RX65N certificato renderà più facile per i clienti sviluppare dispositivi con funzioni di sicurezza robuste e affidabili, contribuendo a ridurre il carico di lavoro relativo allo sviluppo e a ridurre i rischi generali per la sicurezza.

L’RX65N a 32 bit di Renesas è un microcontrollore generico con funzioni di sicurezza, connettività e interfaccia uomo-macchina (HMI) adatte per l’uso in applicazioni come dispositivi industriali e IoT. L’RX65N incorpora il modulo Trusted Secure IP (TSIP), già certificato CAVP. Questo modulo, che comprende un motore di crittografia con supporto AES, SHA, RSA ed ECC, è un vero generatore di numeri casuali (TRNG) e dispone di un meccanismo di gestione delle chiavi crittografate in grado di implementare solide funzioni di sicurezza. L’RX65N è dotato di una memoria Flash a doppio banco che supporta il funzionamento in background e la funzione SWAP per abilitare aggiornamenti del firmware sicuri e altamente affidabili in controlli di sistema o nei dispositivi di rete e per prevenire la manomissione dei programmi.

Poiché l’RX65N è certificato CMVP livello 3, gli altri MCU della famiglia RX con lo stesso TSIP, RX651RX66NRX72N e RX72M possono implementare la funzionalità di sicurezza equivalente.

Renesas offre anche una “Secure Cloud & Sensor Solution” che combina l’RX65N con i sensori Renesas per consentire agli utenti di caricare i dati dei sensori sui servizi cloud in modo sicuro e semplice. Questa è una delle oltre 200 “Winning Combinations” che combinano l’esperienza di Renesas nel campo dell’elaborazione analogica, embedded e di potenza, per aiutare i clienti a raggiungere il mercato più rapidamente.
Ulteriori informazioni sulle soluzioni di sicurezza RX sono disponibili al seguente link.

EUROPA  

Le Borse europee chiudono in rialzo dopo la riunione della Bce che lascia i tassi invariati e che accelera sugli acquisti Pepp (Pandemic emergency purchase programme) dal secondo trimestre.

L’indice STOXX Europe 600 sale dello 0,70% mentre a Milano l’FTSE MIB chiude a quota 24.398 punti con un guadagno dello 0,98%.

Giornata positiva per le aziende dei semiconduttori ad eccezione di ams che perde un altro 0,99%; dai picchi di febbraio, il titolo ha lasciato sul campo il 35% circa.

STMicroelectronics guadagna il 2,14% a quota 31,70 euro mentre Infineon Technologies sale del l’1,65% a quota 33,87 euro.

Avanzano anche ASML (+2,03%) e NXP Semiconductors (+1,98%).

Per quanto riguarda i nuovi componenti, Infineon Technologies ha presentato due nuove schede di riferimento progettate per compressori frigoriferi rotativi che supportano il motto di Infineon “Dal pensiero del prodotto alla comprensione del sistema“.

Immagine: Infineon Technologies

Entrambe le schede sono soluzioni chiavi in ​​mano per compressori a bassa potenza che possono essere facilmente adattate dai clienti per costruire schede applicative finali per la produzione in volumi. Le schede di riferimento sono ampiamente testate ed offrono agli sviluppatori la possibilità di ridurre drasticamente il tempo di sviluppo del proprio sistema.

REF_Fridge_D11T_MOS è un inverter trifase pronto all’uso che include lo Smart Driver iMOTION IMD111T-6F040 e il MOSFET a supergiunzione CoolMOS PFD7 da 600V IPN60R1K0PFD7S. La scheda fornisce uno stadio di potenza di facile utilizzo basato sullo smart driver iMOTION che combina algoritmi di controllo motore FOC pronti per l’uso con gate driver da 600 V in un package LQFP-40. Essa comprende anche i MOSFET CoolMOS discreti superjunction con basso Qrr, protezione ESD e un package SOT-223 per montaggio superficiale. La scheda può essere facilmente interfacciata tramite iMOTION Link, presenta un design compatto e offre la migliore efficienza con carichi leggeri.

Il progetto di riferimento REF_Fridge_C101T_IM231 è ideale per i clienti che desiderano un livello di integrazione più elevato e un ingombro ridotto. La scheda combina un circuito integrato di controllo motore (iMOTION) IMC101T-T038 con un modulo di potenza trifase CIPOS Micro basato su un IGBT da 6A 600 V. Questa combinazione fornisce una soluzione inverter compatta e completa per applicazioni di azionamento di motori a bassa potenza. Inoltre, consente una riduzione dei componenti utilizzati, una riduzione delle dimensioni del PCB e una maggiore affidabilità.
Ulteriori informazioni sono disponibili ai seguenti link:
www.infineon.com/ref_d11t_mos
www.infineon.com/ref_fridge_c101t_im231

Da parte sua, ams ha aggiunto nuovi prodotti alla sua famiglia di circuiti integrati avanzati di lettura per rivelatori a schermo piatto a raggi X (FPD), fornendo nuove opzioni di connessione che rendono più semplice e meno costose le operazioni di assemblaggio.

Immagine: ams AG

I nuovi circuiti integrati digitali di lettura AS585xB sono dei convertitori di tipo charge-to-digital a 16 bit e 256 canali caratterizzati da bassissimo rumore e quindi in grado di generare immagini chiare e dettagliate in scanner digitali a raggi X, fissi o trasportabili, in applicazioni di radiografia digitale, mammografia, fluoroscopia e imaging interventistico, nonché nei sistemi industriali per i test non distruttivi (NDT).

I nuovi prodotti completano l’IC readout AS5850A introdotto nel giugno 2020, estendendo l’esclusivo portafoglio ams di soluzioni di rilevamento di immagini mediche e industriali che offrono una precisione eccezionale, elevate velocità di acquisizione, basso rumore e bassissimo consumo energetico.
Come il precedente dispositivo AS5850A, i prodotti AS585xB raggiungono i massimi standard di prestazioni del settore per i circuiti integrati di lettura utilizzati nelle apparecchiature mediche. I prodotti della serie “B” ora presentano anche un nuovo design chip-on-flex compatibile con i connettori standard disponibili in commercio.

Il sistema chip-on-flex della famiglia AS585xB semplifica la produzione di apparecchiature di imaging mediante un sistema FPD di terze parti basato su un IC AS585xB che può essere assemblato manualmente al sistema di acquisizione dati senza la necessità di un costoso e complesso sistema di connessione ACF (anisotropic conductive film).

I nuovi prodotti AS585xB dispongono anche di una funzionalità BIST (Built-In Self-Test) che consente una verifica rapida e accurata del corretto funzionamento del sistema di acquisizione dati dopo l’assemblaggio. Ciò consente ai produttori di individuare rapidamente la fonte degli errori nell’acquisizione dei dati o nel sistema di rilevamento.

I chip AS5850B, AS5851B e AS5852B sono disponibili per il campionamento; ams mette a disposizione anche un kit di valutazione ed è in grado di fornire i circuiti integrati di lettura della serie AS585x con design su specifiche del cliente.

Ulteriori informazioni sono disponibili ai seguenti link: https://ams.com/AS5850Bhttps://ams.com/AS5851B e https://ams.com/AS5852B.