martedì, Giugno 25, 2024
HomeMERCATINews semiconduttori e mercati del 10 febbraio 2021

News semiconduttori e mercati del 10 febbraio 2021

AMERICA & GLOBAL

Momento di pausa per i mercati americani, mercoledì 10 febbraio 2021, con gli indici che hanno fluttuato intorno alla parità.

Il sentiment positivo degli investitori sostenuto dai risultati trimestrali, ampiamente migliori del previsto, si scontra con l’evidenza di un mercato del lavoro che stenta a riprendersi e con un calo della diffusione della pandemia troppo lento.

Alla fine della giornata di borsa, il Dow Jones guadagna lo 0,20% a quota 31.437,80 punti, nuovo record, l’S&P 500 perde lo 0,035% a quota 3.909,88 punti e il Nasdaq Composite arretra dello 0,25% a quota 13.972,53 punti.

Tra le società che hanno presentato ieri i dati trimestrali, sale del 13,16% Twitter mentre perde il 2,37% Cisco.

Brusco calo anche per Tesla che perde il 5,26%. 

In leggera ripresa l’indice dell’industria dei semiconduttori, il PHLX Semiconductor (SOX), che chiude con un guadagno dello 0,32% a quota 3.074,86 punti.

All’interno del paniere, da segnalare un’altra giornata positiva per NVIDIA che guadagna il 3,51%, portando il guadagno da inizio settimana all’8,63%. I mercati sembrano voler anticipare i dati di bilancio che verranno diffusi il 24 febbraio e che si prevedono molto positivi.

Nonostante gli interessanti annunci di ieri, Qualcomm perde lo 0,42%. 

ASIA

Tutte positive le borse asiatiche molte delle quali si apprestano a chiudere per il Capodanno lunare.

Guadagnano molto le borse cinesi con l’indice Shanghai Composite che sale dell’1,4% e l’Hang Seng di Hong Kong che avanza dell’1,9% a quota 30.038,72 punti.

Anche nel caso delle borse asiatiche, il sentiment positivo è alimentato dall’incremento degli utili delle società quotate e dal buon andamento della campagna vaccinale; pochi giorni fa la Cina ha approvato il secondo vaccino prodotto localmente, il CoronaVac, sviluppato dall’azienda statale Sinovac, dopo il via libera a quello di Sinopharm, utilizzato nella campagna vaccinale in corso.

Chiudono in terreno positivo sia il KOSPI coreano che guadagna lo 0,52 che il Nikkei 225 giapponese che sale dello 0,19% a quota 29.562,93 punti.

Sale dell’1,31% il titolo Renesas che ieri ha presentato i dati di bilancio dell’intero 2020. L’azienda è stata protagonista questa settimana della prima operazione di M&A del 2021 con l’acquisizione di Dialog Semiconductor per 5,9 miliardi di dollari.

Nel 2020 Renesas ha conseguito ricavi per 6,81 miliardi di dollari in calo dello 0,4% rispetto ai 6,84 miliardi del 2019; è invece aumentato molto l’utile operativo che ha raggiunto i 620 milioni di dollari contro i 59,67 milioni del 2019.

Per il primo trimestre 2021 la società prevede vendite comprese tra 1,88 e 1,95 miliardi di dollari, con un incremento tra il 10,2 e il 14,7%; il margine operativo dovrebbe attestarsi attorno al 22% in aumento di 3,2 punti percentuali.

Chiude in calo dell’1,63% Rohm che martedì aveva diffuso i propri dati di bilancio.

Ieri Rohm ha lanciato una linea di 24 modelli di MOSFET a canale P per applicazioni a 24 volt con tensione massima di -40 V/-60 V disponibili sia in configurazione singola che duale. Questi MOSFET sono ideali per applicazioni industriali e consumer in ambito automazione industriale, robotica e impianti di condizionamento dell’aria.

Immagine: Rohm Semiconductor.

Esistono due tipi di MOSFET: a canale N e a canale P. Sebbene il tipo a canale N presenti in generale una maggiore efficienza quando viene utilizzato sul ramo superiore, è necessario che la tensione di gate sia più elevata della tensione di ingresso, cosa che complica la configurazione del circuito. D’altro canto, i MOSFET a canale P possono essere pilotati con una tensione di gate inferiore alla tensione di ingresso, caratteristica che semplifica notevolmente la configurazione del circuito riducendo al contempo gli sforzi di progettazione.

In questo contesto, Rohm ha sviluppato MOSFET a canale P con bassa resistenza di ON e massima tensione di funzionamento di  -40 V/-60 V, compatibili con ingressi a 24 V, utilizzando un processo sofisticato di 5^ generazione. Basati sulla struttura MOSFET a canale P di ROHM, questi nuovi prodotti si affidano ad una tecnologia di processo sofisticata per raggiungere la resistenza di ON per area specifica più bassa della categoria. Questo significa una resistenza inferiore del 62% rispetto ai prodotti convenzionali per quanto riguarda i prodotti da -40 V e del 52% per i prodotti da  -60 V.
Allo stesso tempo la qualità viene migliorata ottimizzando la struttura del dispositivo ed adottando un nuovo design che attenua la concentrazione del campo elettrico. Il risultato che si ottiene è sia un’elevata affidabilità che una bassa resistenza di ON (tipici di una relazione di bilanciamento). Queste soluzioni contribuiscono ad una stabilità di funzionamento a lungo termine in apparecchiature industriali che richiedono la massima qualità.

 

EUROPA

Chiudono deboli le borse europee, preoccupate da una pandemia che, nonostante le campagne vaccinali in corso, continua a minare la ripresa economica del vecchio continente.

In calo anche i titoli dell’industria dei semiconduttori: STMicroelectronics arretra del 2,66%, Infineon Technologies perde il 2,06%, ASML arretra dell’1,20%.

Continua a perdere ams dopo la diffusione della trimestrale: oggi il titolo arretra di un altro 3,33%.

Ieri STMicroelectronics ha presentato una scheda di valutazione per misuratori di potenza AC trifase in grado di soddisfare i più severi standard internazionali di qualità e precisione utilizzando sensori elettromagnetici a basso costo e una tecnologia avanzata di isolamento galvanico particolarmente affidabile e robusta.

La scheda di valutazione EVALSTPM-3PHISO combina l’IC front-end di misurazione STPMS2 ad alta precisione e l’isolatore digitale avanzato STISO621 con un firmware personalizzabile in esecuzione su un microcontrollore STM32 in grado di calcolare dati metrologici e di qualità dell’alimentazione. I circuiti di rilevamento e il layout del PCB sono ottimizzati per garantire basse emissioni e un ottimo rapporto segnale/disturbo, per misurazioni ad alta precisione e calcoli post-elaborazione.

Immagine: STMictroelectronics.

Il front-end STPMS2, un modulatore sigma-delta a 24 bit a due canali acquisisce i dati di tensione e corrente per ogni fase attraverso un partitore di tensione e un sensore di corrente.

Tre STPMS2 vengono utilizzati nel sistema trifase per raccogliere i dati di tensione e corrente da ciascuna fase.

Il firmware fornito sfrutta i filtri digitali per i modulatori sigma-delta (DFSDM) integrati nel microcontrollore STM32 per convertire i sei bitstream in valori di tensione e corrente a 24 bit e calcola tutti i dati metrologici in tempo reale ogni 200µs. Il firmware implementa anche una porta virtuale che fornisce l’accesso ai parametri interni per la lettura dei dati, la modifica della configurazione interna e la calibrazione della scheda.

L’isolatore digitale a doppio canale STISO621 è il primo di una nuova serie di circuiti integrati che sfruttano la tecnologia di isolamento galvanico thick-oxide a 6 kV per trasferire dati tra domini isolati in una varietà di applicazioni industriali. STISO621 dispone di due canali indipendenti che garantiscono un’elevata immunità ai disturbi e mantengono la distorsione dell’impulso inferiore a 3 ns. Con una velocità massima di 100 Mbit/s, una tensione di massima di 6000 V (VIOTM) e una tensione di isolamento ripetuta massima di 1200 V (VIORM), STISO621 garantisce una trasmissione dati più rapida, una durata maggiore e una maggiore affidabilità rispetto agli isolatori ottici convenzionali.

La scheda di valutazione soddisfa gli standard EN 50470-x, IEC 62053-2x, ANSI12.2x per i wattmetri AC. L’applicazione fornisce dati di energia e potenza attiva, reattiva e apparente, sia per fase che cumulativa, raggiungendo la precisione di Classe 0,5 secondo IEC 62053-22 sulla misurazione della potenza attiva/apparente trifase e la precisione di Classe 1 secondo IEC 62053-21 sulla misura della potenza reattiva trifase.

EVALSTPM-3PHISO può essere utilizzato anche come riferimento per applicazioni di misurazione industriale multifase oltre alla misurazione delle utenze, nella ricarica di veicoli elettrici, per server e inverter solari.