giovedì, Maggio 23, 2024
HomeAZIENDEMobileye annuncia EyeQ Ultra: un sistema di guida autonoma di livello 4...

Mobileye annuncia EyeQ Ultra: un sistema di guida autonoma di livello 4 in un unico SoC

Il CES 2022 porta importanti novità per la guida autonoma (AV): Mobileye, la sussidiaria di Intel focalizzata sui sistemi ADAS e che probabilmente diventerà entro l’anno una public company indipendente, ha annunciato il suo SoC di guida autonoma di livello 4 di prossima generazione, EyeQ Ultra.

Mobileye aveva già raggiunto le capacità tecniche per consentire la guida autonoma di livello 4, ma la soluzione richiedevano l’impiego di un hardware complesso con l’utilizzo di numerosi circuiti integrati. La nuova soluzione presentata al CES dall’azienda consente di ridurre dimensioni e costi rendendo il livello di guida autonoma L4 disponibile per il mercato di massa.

In attesa del definitivo livello L5, questa soluzione consentirà verosimilmente la nascita di flotte di robotaxi e veicoli a guida autonoma in grado di operare in aree note e ben definite e in condizioni meteorologiche limitate.

Nel corso della conferenza stampa di presentazione del nuovo SoC, Amnon Shashua, presidente e amministratore delegato di Mobileye, è stato affiancato dai CEO di due delle più importanti case automobilistiche al mondo, che hanno annunciato estensioni del loro pluriennale rapporto con Mobileye. Herbert Diess, CEO di Volkswagen Group, ha annunciato che Volkswagen impiegherà l’avanzata tecnologia di mappatura di Mobileye nelle avanzate funzioni di assistenza alla guida delle vetture a marchio Volkswagen, Škoda e Seat. Shashua ha inoltre accolto il CEO di Ford Jim Farley per discutere degli sviluppi del rapporto fra Mobileye e Ford nel portare soluzioni di assistenza alla guida sempre più avanzate attraverso la piattaforma Ford BlueCruise.

Mobileye ha inoltre annunciato due novità con il marchio Zeekr di Geely, un veicolo autonomo di livello 4 per il mercato consumer, che dovrebbe entrare in produzione nel 2024, e la presentazione sul mercato del primo veicolo di livello 2+ del settore equipaggiato con un sistema di sensori ottici a 360° e regole di guida per il più avanzato livello di controllo longitudinale e laterale oggi disponibile sul mercato.

Tornando all’EyeQ Ultra, il nuovo SoC massimizza sia l’efficacia che l’efficienza a soli 176 TOP, rendendolo il chip per veicoli autonomi più snello del settore. Il primo silicio per il SoC EyeQ Ultra è previsto per la fine del 2023, con la produzione completa di livello automobilistico nel 2025.

La guida autonoma è il gioco finale per il settore“, ha affermato il Amnon Shashua, presidente e amministratore delegato di Mobileye. “Sviluppando l’intera soluzione di guida autonoma, dall’hardware e software alla mappatura e ai modelli di servizio, Mobileye ha una prospettiva unica sui requisiti esatti per il sistema di guida autonoma che ci consente di raggiungere l’ottimizzazione delle prestazioni e dei costi che renderà la guida autonoma consumer una realtà“.

Segnando un salto nell’evoluzione della famiglia di SoC EyeQ, EyeQ Ultra racchiude le prestazioni di 10 EyeQ5 in un unico package. Sfruttando la tecnologia di processo a 5 nanometri (presumibilmente garantita da TSMC), EyeQ Ultra è in grado di gestire tutte le esigenze e le applicazioni della guida autonoma di livello 4 senza il consumo energetico e i costi legati all’integrazione di più SoC.

EyeQ Ultra utilizza una serie di quattro classi di acceleratori proprietari, ciascuno creato per un’attività specifica. Questi acceleratori sono accoppiati con core CPU, ISP e GPU aggiuntivi in ​​una soluzione altamente efficiente in grado di elaborare l’input da due sottosistemi di rilevamento – un sistema per sole telecamere e l’altro per radar e lidar combinati – così come il sistema di elaborazione centrale del veicolo, la mappa ad alta definizione e il software. Con soli 176 TOPS, EyeQ Ultra è molto più efficiente di altre soluzioni AV, offrendo le prestazioni e il prezzo adeguati a sistemi di guida autonoma di livello consumer.

L’introduzione di EyeQ Ultra arriva contemporaneamente a due nuovi SoC EyeQ per ADAS (EyeQ6L e EyeQ6H) e fa seguito alla spedizione del 100 milionesimo SoC EyeQ di Mobileye alla fine dello scorso anno. Introdotto per la prima volta nel 2004, EyeQ di Mobileye ha trasformato il mercato ADAS dimostrando che i dati di economiche fotocamere adeguatamente elaborati dai sistemi di Mobileye erano in grado di prevenire e mitigare le collisioni. L’innovazione di EyeQ ha contribuito a rendere più accessibile la tecnologia per la sicurezza stradale, offrendo funzionalità tra cui avviso di collisione in avanti, avviso di deviazione dalla corsia e rilevamento di punti ciechi a milioni di conducenti in tutto il mondo.

La collaudata architettura EyeQ di Mobileye pone le basi per EyeQ Ultra. Progettato per rendere accessibili gli AV consumer, EyeQ Ultra riempie un vuoto nel mercato automobilistico, così come ha fatto a suo tempo la famiglia di SoC EyeQ. EyeQ Ultra sarà anche dotato della tecnologia di mappatura Road Experience Management (REM) di Mobileye. REM acquisisce pacchetti di dati stradali raccolti tramite milioni di veicoli già dotati di Mobiley per creare il Mobileye Roadbook a cui si accede tramite il cloud per fornire, in tempo reale, informazioni aggiornate sulle condizioni di percorribilità delle strade.

Due nuovi SoC EyeQ per ADAS di nuova generazione

Mobileye ha anche annunciato l’EyeQ6L, il successore del SoC EyeQ4, con un package che è circa il 55% del precedente modello.  Questa soluzione offre un livello di apprendimento profondo in termini di TOPS decisamente superiore, bassissima potenza e un livello ADAS L2+. I campioni sono già stati distribuiti ai principali clienti di Mobileye e la produzione in volumi dovrebbe iniziare entro la metà del 2023.

La versione EyeQ6H supporterà ADAS avanzato o capacità AV con surround completo. È equivalente a due SoC EyeQ5 in termini di potenza di calcolo, ma soprattutto supporta la visualizzazione e offre prestazioni migliori con carichi di lavoro pesanti di intelligenza artificiale. Questa soluzione centralizzata fornirà tutte le funzionalità ADAS L2+, l’elaborazione multi-camera (comprese le telecamere di parcheggio) e ospiterà app di terze parti come la visualizzazione del parcheggio e il monitoraggio del conducente. Questo SoC ADAS sarà disponibile per il campionamento quest’anno mentre la produzione in volumi dovrebbe iniziare entro la fine del 2024.

Entrambi i SoC EyeQ6 saranno prodotti con tecnologia di processo a 7 nm.

Il nuovo EyeQ Ultra di Mobileye dovrà vedersela con il SoC Altan di NVIDIA che sarà disponibile nello stesso periodo e che dichiara un throughput di deep learning decisamente superiore, maggiore di 1.000 TOPS, che potrebbe salire ulteriormente utilizzando una configurazione Drive PX multi-chip.

Performance così spinte comportano tuttavia un costo decisamente superiore, poco compatibile con una diffusione di massa di questa tecnologia, che è l’obiettivo dichiarato di tutte le società che operano in questo settore.

In ogni caso, da qui al 2025 c’è ancore tempo per rivedere le strategie e le configurazioni. Non resta che aspettare.