martedì, Marzo 5, 2024
HomeAZIENDEMicrochip introduce la famiglia PIC18-Q24 con avanzate opzioni di sicurezza del codice

Microchip introduce la famiglia PIC18-Q24 con avanzate opzioni di sicurezza del codice

La famiglia PIC18-Q24 di Microchip

La nuova famiglia PIC18-Q24 di Microchip dispone anche di I/O multitensione (MVIO) che semplificano le connessioni con altri elementi attivi contribuendo ad aumentare la flessibilità e a ridurre i costi del sistema.

Sempre più oggetti di uso quotidiano sono collegati al cloud, dai cellulari ai veicoli, dai termostati intelligenti a numerosi elettrodomestici. L’enorme numero di connessioni necessita di un incremento delle misure di sicurezza a livello di chip, che proteggano sia il firmware che i dati.

Per difendersi dalle minacce attuali e da quelle future, Microchip Technology ha lanciato la famiglia di microcontrollori (MCU) PIC18-Q24.

La funzione PDID

Per contrastare la minaccia di riprogrammare in modo dannoso un dispositivo in un sistema embedded, gli MCU PIC18-Q24 introducono la funzione PDID (Programming and Debugging Interface Disable). Quando abilitata, questa funzionalità avanzata di protezione del codice è progettata per bloccare l’accesso all’interfaccia di programmazione/debug e bloccare i tentativi non autorizzati di leggere, modificare o cancellare il firmware.

I commenti

La sicurezza del sistema è forte tanto quanto il suo anello più debole. Qualsiasi componente programmabile può essere vulnerabile ed è essenziale implementare funzionalità di protezione avanzate per prevenire potenziali attacchi informatici“, ha affermato Greg Robinson, vicepresidente aziendale della business unit MCU a 8 bit di Microchip. “La famiglia di MCU PIC18-Q24 di Microchip è progettata pensando alla sicurezza avanzata in prima linea, per aiutare i clienti a combattere le minacce alla base del sistema.

Le linee I/O multitensione

Poiché molti sistemi sicuri spesso si connettono e comunicano con un’ampia varietà di sensori, chip di memoria e processori, gli MCU PIC18-Q24 sono dotati di I/O multitensione (MVIO). Questa caratteristica elimina la necessità di traslatori di livello esterni e consente agli MCU di interfacciarsi con ingressi o uscite digitali a diverse tensioni operative. Oltre a ridurre la complessità della scheda e i costi della distinta base (BOM), MVIO rende gli MCU PIC18-Q24 particolarmente adatti come processori di gestione del sistema, eseguendo monitoraggio e telemetria per un processore più grande. Queste attività apparentemente di routine sono in genere più vulnerabili ai potenziali hacker che tentano di accedere ai sistemi integrati.

La famiglia PIC18-Q24 dispone inoltre della possibilità di avere un bootloader immutabile per le applicazioni che desiderano un modo sicuro per aggiornare il firmware.

Ulteriori informazioni sono disponibili nella pagina web di Microchip dedicata ai microcontrollori a 8 bit.

Strumenti di sviluppo

Gli MCU PIC18-Q24 sono completamente supportati dal vasto ecosistema di sviluppo di Microchip e progettati per integrarsi con MPLAB Code Configurator (MCC). Il  kit di valutazione Curiosity Nano PIC18F56Q24 (EV01E86A) offre supporto completo per la progettazione con la famiglia PIC18-Q24. Queste funzionalità si coordinano per un’esperienza di sviluppo integrata senza soluzione di continuità e tempi di commercializzazione ridotti.



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui