giovedì, Maggio 23, 2024
HomeAZIENDEAttualitàInfineon aderisce al FiRA Consortium per la diffusione della tecnologia UWB

Infineon aderisce al FiRA Consortium per la diffusione della tecnologia UWB

Infineon Technologies ha aderito al FiRa Consortium come membro Contributor per supportare l’espansione dell’ecosistema UWB. FiRa Consortium si dedica allo sviluppo e alla diffusione della tecnologia a banda ultralarga (UWB) per soluzioni di posizionamento e rilevamento di precisione in un’ampia gamma di applicazioni. La tecnologia UWB consente di determinare in modo accurato e sicuro la posizione di altri dispositivi e di connettere facilmente le infrastrutture nei settori dell’Internet of Things, industriale, consumer e mobile. I prodotti UWB sono anche utilizzati nei sistemi di accesso per auto. Infineon utilizzerà le competenze in materia di sicurezza, connettività e microcontrollori per supportare gli obiettivi del Consorzio.

In qualità di leader nei sistemi di sicurezza connessi, Infineon vede un grande potenziale nella tecnologia UWB per il posizionamento e il rilevamento di precisione. Parteciperemo attivamente alle attività di standardizzazione e supporteremo l’adozione di soluzioni intelligenti e affidabili per la sicurezza delle transazioni e dell’identità“, ha affermato Bjoern Scharfen, VP Digital Security & Identity. “UWB ha un grande potenziale per migliorare l’offerta di Infineon in materia di sicurezza, connettività ed elaborazione. Questa tecnologia supporta pienamente la nostra visione di collegare mondo reale e mondo digitale“.

I membri FiRa e i loro rappresentanti collaborano quotidianamente con l’obiettivo di creare un nuovo ecosistema interoperabile basato sull’uso della tecnologia UWB“, ha affermato Charlie Zhang, presidente del consiglio di amministrazione del consorzio FiRa e Senior Vice President, Engineering, Samsung Research America. “Con Infineon come nuovo membro Contributor, disponiamo ora di ulteriori competenze che porteranno nuove prospettive e ci aiuteranno ad andare avanti nel nostro viaggio“.

Lo slancio di UWB nel settore è aumentato costantemente nell’ultimo anno e si prevede che il mercato crescerà in modo significativo, raggiungendo più di un miliardo di dispositivi entro il 2025, secondo lo studio di ABI Research.  La tecnologia è già implementata in numerose piattaforme di smartphone premium e in molte soluzioni di accesso per auto, e presto farà breccia anche nei settori industriale, IoT e consumer. UWB consente il posizionamento in tempo reale dei dispositivi con una latenza molto bassa e con una precisione di pochi centimetri, anche con molti dispositivi nello stesso ambiente. Grazie alla sicurezza integrata e all’elevata robustezza associate alla tecnologia, UWB offre un’ampia gamma di potenziali casi d’uso in moltissimi settori.

Con l’acquisizione di Cypress nel 2020, Infineon ha acquisito una significativa esperienza nella connettività (Wi-Fi e Bluetooth) oltre che nell’area dei microcontrollori. In qualità di leader di mercato nel settore automobilistico, dei pagamenti, dell’identificazione e della sicurezza integrata, l’utilizzo della tecnologia UWB offre un grande potenziale per rafforzare ulteriormente i prodotti dei partner con le soluzioni intelligenti e affidabili di Infineon. Tuttavia, l’adozione della tecnologia dipende fortemente dalla disponibilità e dalla facilità di implementazione, rendendo la standardizzazione la chiave del successo di UWB. Pertanto, Infineon guiderà attivamente i progressi all’interno del consorzio FiRa per tutti i mercati e i dispositivi più rilevanti.

Il Consorzio FiRa

Con sede a Beaverton, nell’Oregon, USA, il Consorzio FiRa è un’organizzazione dedicata allo sviluppo e alla diffusione di esperienze utente senza soluzione di continuità utilizzando le capacità di rilevamento di precisione delle tecnologie Ultra-Wideband (UWB). Ulteriori informazioni sul Consorzio FiRa sono disponibili al seguente link.