martedì, Giugno 25, 2024
HomeMERCATINews semiconduttori e mercati del 12 aprile 2021

News semiconduttori e mercati del 12 aprile 2021

AMERICA & GLOBAL 

Riprende fiato – lunedì 12 aprile 2021 – la borsa americana dopo tre settimane di corsa che hanno visto gli indici battere un record dopo l’altro.  Sale leggermente il rendimento dei titoli obbligazionari mentre scende di poco il valore del dollaro nei confronti dell’euro. L’attesa degli investitori è per i dati sull’inflazione che verranno diffusi martedì e per le trimestrali di alcune banche che verranno rilasciati in settimana.

Alla fine delle contrattazioni il Dow Jones arretra dello 0,16% a quota 33.745 punti, l’S&P 500 perde lo 0,020% a quota 4.127 punti e il Nasdaq Composite chiude a 13.850 punti in calo dello 0,36%.

Arretrano i tecnologici con l’eccezione di Tesla che guadagna il 3,69% a quota 701,98 dollari per azione.

Apple perde l’1,43%, Alphabet arretra dell’1,15%, Twitter scende dello 0,49%, Facebook perde lo 0,29% e Netflix arretra dello 0,46%.

Per quanto riguarda l’industria dei semiconduttori, il PHLX Semiconductor (SOX) perde l’1,10% a quota 3,258 punti.

Dopo i numerosi nuovi prodotti presentati al GTC2021 e l’annuncio dei conti preliminari – superiori alle previsioni – relativi al primo trimestre 2021, il titolo NVIDIA guadagna il 5,62% a quota 608,36 dollari per azione. L’annuncio della nuova NVIDIA Grace, la prima CPU per data center basata sull’architettura ARM con prestazioni 10 volte superiori ai chip odierni, affonda i titoli di AMD e Intel che perdono rispettivamente il 5,05% e il 4,18%.

Tra i titoli di maggior “peso”, Qualcomm perde il 2,23%, Micron guadagna lo 0,30%, Applied Materials arretra del 2,81%, Texas Instruments perde l’1,54% e TSMC lascia sul terreno l’1,55%.

Chiude praticamente invariato il titolo Microsoft dopo l’annuncio dell’acquisizione per 16 miliardi di dollari della società specializzata nel riconoscimento vocale Nuance (il cui titolo sale del 15,95%).

 

Per quanto riguarda i prodotti, Analog Devices (ADI) ha presentato un digitalizzatore a 16 canali mixed-signal front end (MxFE) per applicazioni aerospaziali e di difesa, tra cui radar phased array, guerra elettronica e sistemi di terra SATCOM (comunicazioni satellitari).

Immagine: Analog Devices

Il nuovo digitalizzatore include quattro AD9081 o quattro AD9082 transceiver, software defined a campionamento diretto RF. È progettato per aiutare i clienti ad accelerare lo sviluppo del prodotto fornendo catene di segnale RF di riferimento, architetture software, progettazione dell’alimentazione ed esempi di codici applicativi.  ADI ha inoltre introdotto una scheda di digitalizzazione a complemento della piattaforma per facilitare gli algoritmi di calibrazione a livello di sistema e la dimostrazione del determinismo nella fase di power up. Ulteriori informazioni sono disponibili alla pagina di prodotto.

Caratteristiche principali del digitalizzatore mixed-signal front-end a 16 canali ADQUADMXFE1EBZ:

  • 16 canali RF di ricezione (Rx) (32 canali digitali Rx)
  • 16 canali RF di trasmissione (Tx) (32 canali digitali Tx)
  • Esempi applicativi specifici forniti in script applicativi MATLAB e una GUI
  • Distribuzione flessibile del clock

Caratteristiche principali della scheda di digitalizzazione ADQUADMXFE-CAL:

  • Fornisce entrambe le opzioni di loopback dei singoli canali adiacenti e loopback dei canali combinati
  • Uscita dei canali Tx e Rx combinati tramite connettori SMA
  • Power detector logaritmici con digitalizzazione tramite AD5592R

 

ASIA

Borse in calo in Asia con la solita eccezione di Seoul e Taipei; hanno sorpreso gli analisti il forte aumento dei prezzi alla produzione in Cina (+4,4% su base annua) e quello del mese di marzo (+0,8%) in Giappone.

L’indice Shanghai Composite arretra dell’1,09% mentre il più tecnologico Shenzhen Composite perde il 2,13%.

Arretra anche l’Hang Seng di Hong Kong (-0,86%) dove guadagna il 6,51% Alibaba, una reazione apparentemente strana rispetto alla recente multa da 2,7 miliardi di doolari inflitta alla società di Jack Ma dall’Antitrust cinese e dopo la decisione di trasformare la fintech Ant Group in una holding finanziaria controllata dalla banca centrale di quel paese. Evidentemente i mercati ritengono che questo sia il male minore per un gruppo che rischiava di scomparire schiacciato dal peso del regime di Pechino. Sicuramente un esempio per tutti quegli imprenditori cinesi di successo che tentassero in futuro di mettere in discussione l’operato degli organi centrali cinesi.

Se Alibaba chiude in terreno positivo, arretrano tutti gli altri titoli tecnologici da SMIC (-2,82%) a Tencent (-1,13%), da Xiaomi (-2,92%) a Baidu (-2,81%).

Anche se di poco, guadagnano sia il KOSPI (+0,12%) coreano che l’indice Taiex (+0,033%) di Taipei. In calo io tecnologici di entrambi i panieri con SK hynix che perde l’1,79%, UMC che arretra dell’1,70% e MediaTek che perde il 3,90%.

In Giappone perde lo 0,77% l’indice Nikkei 225. Contrastati i titoli dei semiconduttori con Renesas (+0,24%) e Murata (+0,22%) che chiudono in terreno positivo mentre arretrano sia Tokyo Electron (-0,56%) che Rohm (-1,70%).

EUROPA  

Prudenti le borse europee con lo STOXX Europe 600 che perde lo 0,46% mentre l’FTSE MIB di Milano guadagna un modesto 0,11% a quota 24.457 punti.

Arretrano tutti i titoli europei dell’industria dei semiconduttori con   STMicroelectronics che perde il 2,31% a quota 32,54 euro e Infineon Technologies che scende dell’1,18% a quota 35,18 euro. In calo anche ASML (-2,70%), ams (-0,88%) e NXP Semiconductors (-0,60%).

Per quanto riguarda i nuovi prodotti, STMicroelectronics presenta i dispositivi di potenza MasterGaN4 che integrano due transistor di potenza simmetrici al nitruro di gallio (GaN) da 650 V con RDSON di 225 milliOhm, insieme a gate driver ottimizzati e protezione del circuito per semplificare la progettazione di applicazioni di conversione di potenza ad alta efficienza fino a 200 W.

Immagine: STMicroelectronics

L’ultima aggiunta alla famiglia MasterGaN di ST, il MasterGaN4, semplifica la progettazione utilizzando semiconduttori di potenza GaN wide-bandgap, eliminando le complesse sfide del controllo del gate e del layout del circuito. Con ingressi che tollerano tensioni da 3,3 V a 15 V, MasterGaN4 può essere controllato collegando i package direttamente a sensori ad effetto Hall o a un dispositivo CMOS come un microcontrollore, un DSP o FPGA.

Sfruttando le frequenze operative più elevate consentite dalle prestazioni di commutazione dei transistor GaN, nonché la loro maggiore efficienza che riduce la dissipazione termica, i progettisti possono utilizzare filtri magnetici e dissipatori di calore più piccoli per costruire alimentatori, caricatori e adattatori più compatti e leggeri. MasterGaN4 è ideale per l’uso in topologie a semiponte simmetriche e in topologie soft-switching come l’active clamp flyback e l’active clamp forward.

L’ampio intervallo di tensione di alimentazione, da 4,75 V a 9,5 V, consente un comodo collegamento a una sorgente di alimentazione esistente. La protezione integrata semplifica ulteriormente la progettazione, inclusi gli interblocchi del gate-driver che impedisce l’attivazione simultanea di entrambe le uscite, il blocco per sottotensione (UVLO) low-side e high-side e la protezione da sovratemperatura. C’è anche un pin di spegnimento dedicato.

STMicroelectronics mette a disposizione anche una scheda di valutazione (EVALMASTERGAN4) che fornisce un set completo di funzionalità per pilotare il MasterGaN4 con un segnale di pilotaggio singolo o complementare. Viene fornito anche un generatore dead-time regolabile. La scheda offre agli utenti la flessibilità di applicare un segnale di ingresso separato o un segnale PWM, inserire un diodo bootstrap esterno, separare le linee di alimentazione logica da quella dei gate-driver e utilizzare un resistore shunt low-side per il controllo della corrente di picco.

MasterGaN4 è attualmente in produzione, in un package GQFN da 9 mm x 9 mm x 1 mm con distanza di dispersione di oltre 2 mm per un utilizzo sicuro in applicazioni ad alta tensione. Il prezzo unitario parte da 5,99 USD per ordini di 1000 pezzi. La scheda EVALMASTERGAN4 costa 87,00 USD. Ulteriori informazioni sono disponibili al seguente link.