lunedì, Maggio 27, 2024
HomeAZIENDEMicron lancia la famiglia di SSD 7400 per data center con tecnologia...

Micron lancia la famiglia di SSD 7400 per data center con tecnologia NVMe e prestazioni PCIe Gen4

Immagine: Micron Technology

La più grande famiglia al mondo di SSD NVMe per data center disponibile ora con dimensioni differenti e  sicurezza dati migliorata.

I data center continuano a evolversi grazie alla rapida crescita dei dati e alla proliferazione di applicazioni che richiedono alte prestazioni. La necessità di elaborare, analizzare e mettere in sicurezza dati che forniscono conoscenze preziose sta alimentando la modernizzazione dei data center, esigendo nuovi livelli di innovazione nell’archiviazione.

Per soddisfare queste esigenze, Micron Technology ha annunciato oggi la disponibilità degli SSD Micron 7400 con NVMe, con differenti fattori di forma, prestazioni PCIe Gen4 e una sicurezza all’avanguardia.

Con questa gamma, Micron fornisce la più vasta selezione disponibile di SSD mainstream per data center. Con sette differenti fattori di forma, l’SSD Micron 7400 abilita alla transizione verso le architetture server di nuova generazione.

I nostri clienti necessitano di una maggiore densità di archiviazione ed efficienza per svolgere le loro attività”, ha detto Jeremy Werner, vicepresidente aziendale e general manager della Storage Business Unit presso Micron. “L’SSD Micron 7400 è flessibile nella sua capacità di soddisfare i requisiti di una miriade di applicazioni e sistemi di interoperabilità, fornendo vantaggi dall’edge al cloud”.

Vasto Portfolio SSD per i data center

Le migliorate prestazioni e la diffusa adozione degli SSD nei data center stanno generando anche una richiesta di nuovi package in grado di soddisfare le esigenze più varie. L’SSD Micron 7400 include l’unico PCIe Gen4 M.2 22x80mm con protezione contro l’interruzione dell’alimentazione, così come gli SSD per data center 2.5” U.3 negli spessori di 15mm e 7mm. Esistono anche tre dimensioni per i fattori di forma SSD E1.S Enterprise e Data Center (EDSFF), il che consente di ricavare maggior densità, ottimizzazione flash delle prestazioni e opzioni migliorate di alimentazione e raffreddamento. Le numerose opzioni fanno sì che i clienti possano passare dai progetti dei server tradizionali a quelli EDSFF con un singolo SSD. Offrendo una vasta gamma di capacità da 400 GB a 7,68 TB, il portfolio supporta applicazioni sia a basse che ad alte prestazioni. Possiede anche opzioni di resistenza per una e tre unità di scrittura al giorno (DWPD), per supportare applicazioni di lettura e scrittura intensa. L’SSD fa leva sulla completa verticalità delle capacità di integrazione di Micron per portare un’innovazione leader del settore, dai driver al firmware e alle tecnologie NAND e DRAM all’avanguardia, oltre alle produzioni front-end e back-end di punta.

Prestazioni PCIe Gen4 con massima scalabilità

L’SSD Micron 7400 raddoppia gli IOPs per watt e le capacità di trasmissione rispetto alla generazione precedente. La retrocompatibilità con i sistemi PCIe Gen3 facilita la transizione dalle piattaforme Gen3 alle Gen4. L’unità offre supporto per 128 spazi dei nomi per aumentare la scalabilità per ambienti virtualizzati come infrastrutture iperconvergenti e archiviazione definita da software. Supporta anche schieramenti Open Compute Project (OCP) per ambienti qualificati. Gli OCP hanno sviluppato e pubblicato specifiche che hanno costruito un ecosistema vivo, creando un approccio standardizzato che aiuta a ridurre la complessità di integrazione e velocizza il time to market.

Sicurezza con prestazioni guidate dall’hardware

Sfruttando anni di esperienza in-house nel campo della sicurezza, l’SSD Micron 7400 offre caratteristiche verificate su standard come TCG-Opal 2.01 e IEEE-1667, oltre a nuove funzionalità per la protezione dei dati in-flight e at-rest. Queste migliorie aiutano a soddisfare bisogni emergenti, con i clienti che cercano le migliori soluzioni per la sicurezza dei dati sia in loco che in ambienti in cloud. Micron ha sviluppato il Secure Execution Environment (SEE) per isolare ed elaborare le transazioni di sicurezza e per estendere la protezione contro una gamma sempre più evoluta di modelli di minaccia. SEE migliora in maniera significativa la sicurezza dei dati at-rest attraverso l’uso di memoria dedicata, un codice sicuro e un microprocessore di sicurezza.

L’SSD Micron 7400 offre un vasto appeal per impieghi dall’edge al cloud”, ha detto Patrick Moorhead, chief analyst presso Moor Insights & Strategy. “Sia applicazioni variegate che carichi di lavoro con requisiti unici possono beneficiare dalle alte prestazioni e dei nuovi fattori di forma, così come dalle funzionalità di sicurezza progettate per proteggere da attacchi in rete o fisici”.
Dettagliate informazioni tecniche sulla nuova famiglia di SSD sono disponibili qui.
Micron ha anche pubblicato due white paper sull’argomento:
Tre motivi per cui l’SSD Micron 7400 SSD porta alla trasformazione dell’infrastruttura dei data center
Gli SSD Micron 7300 e7400 con NVMe: Scegliere quello giusto per le tue esigenze