martedì, Giugno 25, 2024
HomeAZIENDEMelexis presenta sensori di corrente per autoveicoli da 200-2000 A con rilevamento...

Melexis presenta sensori di corrente per autoveicoli da 200-2000 A con rilevamento di sovracorrente integrato

I sensori ad alta precisione da 3,3 V/5 V semplificano il controllo dell’inverter/convertitore e la gestione della batteria.

Immagine: Melexis

Melexis ha presentato nuovi sensori di corrente per applicazioni avanzate di conversione dell’energia automobilistica. I vantaggi che offrono includono una maggiore risoluzione, funzionamento opzionale a 3,3 V o 5 V e sistema di rilevamento della sovracorrente.

L’MLX91219  è un sensore di corrente tradizionale ad effetto Hall. Grazie ad un core ferromagnetico a forma di C, il dispositivo è in grado di misurare correnti nell’intervallo tra 200 A e più di 2000 A.

L’MLX91218 utilizza invece la tecnologia IMC-Hall. Con uno schermo flessibile a U per l’immunità alla diafonia, anche in questo caso il dispositivo è in grado di misurare correnti tra 200 A e 2000 A. Entrambi i sensori beneficiano di un maggiore rapporto segnale/rumore (SNR), di quasi 2 volte migliore delle generazioni precedenti. Caratterizzati da un’elevata linearità, compresa entro ±0,3% del fondo scala, i sensori – qualificati per il settore automobilistico secondo AEC-Q100 – offrono una maggiore precisione per la gestione di applicazioni ad alta velocità come il controllo di motori, inverter e convertitori, ma anche il monitoraggio ridondante dei sistemi di gestione delle batterie (BMS). La deriva termica minima, con offset pari a ±5 mV e sensibilità del ± 1%, garantisce la precisione in un ampio intervallo di temperature.

Con l’opzione della tensione operativa di 3,3 V o 5 V, i progettisti possono utilizzare questi sensori direttamente con dispositivi a microcontrollore a bassa tensione (3,3 V) o con i più tradizionali dispositivi alimentati a 5 V.

L’MLX91218 e l’MLX91219 integrano i circuiti di rilevamento della sovracorrente (OCD) tipicamente implementati all’esterno del sensore, utilizzando un comparatore a finestra esterno, semplificando ulteriormente la progettazione del sistema, risparmiando spazio sulla scheda e riducendo la distinta base. La soglia di sovracorrente viene impostata internamente durante la configurazione iniziale del prodotto. I prodotti con package SOIC8 hanno un pin aggiuntivo che consente di impostare la tensione di soglia con maggiore precisione utilizzando un divisore di tensione esterno. Due appositi pin di uscita mostrano lo stato di sovracorrente in relazione alle soglie interne ed esterne, con tempi di risposta rispettivamente di 2µs e 10µs.

Entrambi i tipi di sensore forniscono un’uscita analogica che può essere impostata per fornire un’uscita fissa o un’uscita raziometrica che si adatta alla tensione di alimentazione. Con una larghezza di banda di 400 kHz e un veloce tempo di risposta, i nuovi sensori sono adatti per circuiti progettati per funzionare ad alte velocità di commutazione e frequenze fondamentali, per ridurre al minimo il ritardo di fase nel circuito di controllo. Inoltre, dispositivo MLX91218 incorpora il concentratore magnetico integrato IMC brevettato di Melexis in grado di ottimizzare la modellazione del campo magnetico per consentire l’impiego di una schermatura compatta e leggera.

Questo il video diffuso da Melexis sui due nuovi sensori:

L’MLX91219 è già disponibile in un package a 4 pin in linea (SIP).
L’MLX91218 e la versione dell’MLX91219 in package SOIC8 small-outline saranno presto disponibili anch’essi.

Una guida sui sensori di corrente di Melexis è disponibile al seguente link.