giovedì, Aprile 18, 2024
HomeIN EVIDENZALe vendite globali di moduli IoT cellulari superano per la prima volta...

Le vendite globali di moduli IoT cellulari superano per la prima volta i 100 milioni nel secondo trimestre del 2021  

Immagine: Thales Group

Lo segnala Counterpoint nella sua ricerca “Global Cellular IoT Module, Chipset e Application Tracker” che evidenzia un aumento record del 53% delle spedizioni su base annua.

Le spedizioni trimestrali di moduli IoT cellulari hanno raggiunto per la prima volta la soglia dei 100 milioni di dispositivi nel secondo trimestre del 2021, secondo l’ultima ricerca Global Cellular IoT Module, Chipset e Application Tracker di Counterpoint, società di consulenza e ricerche di mercato di Hong Kong.

Il 5G è stata la tecnologia in più rapida crescita YoY (+800%), seguita dal 4G Cat 1 (+100%) mentre NB-IoT ha conquistato quasi un terzo del mercato in termini di spedizioni. La sola Cina ha contribuito per quasi l’85% delle spedizioni totali di moduli NB-IoT in questo trimestre e continua a essere la principale area geografica per i casi d’uso e le implementazioni dell’IoT cellulare.

Quectel, Fibocom e Telit sono i primi tre attori nelle classifiche globali delle entrate dei moduli IoT cellulari, con quasi il 40% delle entrate totali durante il secondo trimestre del 2021.

I ricavi dell’IoT cellulare di Quectel sono cresciuti del 49% su base annua durante il trimestre grazie alle ottime prestazioni dei moduli NB-IoT e 4G Cat 1 nella Cina continentale. Il continuo aumento della presenza globale, il portafoglio di prodotti diversificato e le crescenti partnership con più attori dell’ecosistema di moduli IoT hanno aiutato Quectel ad aumentare la propria quota di mercato nel secondo trimestre del 2021 rispetto al trimestre precedente. Inoltre, Quectel è entrata nel settore delle antenne IoT, offrendo più di 250 opzioni di antenna. Questi servizi potranno essere una fonte di entrate alternativa nei prossimi anni. L’integrazione verticale aiuterà Quectel ad affermarsi come un “vero fornitore di soluzioni per componenti IoT” nel mercato globale.

Anche Fibocom è stata in grado di aumentare la sua quota nel mercato globale dei moduli IoT cellulari, consolidando il secondo posto nelle classifiche globali. La società ha visto una forte domanda per le sue spedizioni 4G Cat 1 durante il trimestre, ma ha anche continuato ad espandere il suo portafoglio di moduli 5G, mirando a più applicazioni per competere da vicino con concorrenti del calibro di Quectel, Thales e MeiG.

Telit è entrata nelle prime tre classifiche dei fornitori di moduli IoT cellulari grazie alle sue ottime prestazioni nei moduli 4G Cat 1 e LPWA. Inoltre, Telit ha recentemente lanciato moduli intelligenti e moduli NB-IoT seguendo le orme dei produttori cinesi di giocatori di moduli. Questi nuovi prodotti daranno a Telit una spinta in tutto il Nord America e in Europa nei prossimi trimestri.

I ricavi dei moduli IoT cellulari di Thales sono cresciuti del 47% su base annua. Counterpoint prevede che i moduli 4G Cat 1 e 5G aiuteranno Thales a riconquistare quote di mercato nei prossimi trimestri, con una forte presenza nei mercati sviluppati come Europa, Nord America e Giappone.

Rolling Wireless e MeiG continuano a migliorare la loro posizione in classifica grazie all’aumento costante delle vendite di moduli cellulari IoT. Rolling Wireless è focalizzata sulle applicazioni automotive mentre MEIG è più concentrata sul settore dei POS, della telematica e delle applicazioni CPE.

Fonte: Counterpoint, Chipset e Application Tracker, secondo trimestre 2021

Il grafico successivo mostra invece il peso, suddiviso per aree geografiche dei produttori di chipset IoT utilizzati dai produttori di moduli ni loro prodotti.

Fonte: Counterpoint, Chipset e Application Tracker, secondo trimestre 2021

Qualcomm è leader nelle spedizioni di chipset IoT avanzati, con una quota di mercato globale pari a quasi il 50%.

HiSilicon è il secondo attore più grande nel mercato dei chipset IoT cellulari, con NB-IoT che contribuisce con oltre il 90% delle spedizioni. In futuro, HiSilicon dovrebbe cedere la posizione di leadership NB-IoT al suo concorrente locale UNISOC, l’unico tra i primi player che è cresciuto di oltre il 100% su base annua durante il trimestre, periodo durante il quale la società si è concentrata in particolare su NB-IoT e 4G Cat 1.

Quectel, Neoway, Longsung e Open Luat sono alcuni importanti produttori che hanno lanciato moduli basati su UNISOC durante questo trimestre.  La release 16 della piattaforma chipset 5G V516 lanciata recentemente da UNISOC aiuterà sicuramente la società ad aumentare la quota di mercato nelle applicazioni 5G.

Il prezzo medio dei moduli è aumentato del 5% su base annua a causa della carenza di semiconduttori. modulo ASP complessivo è aumentato del 5% su base annua a causa dell’aumento delle spedizioni 5G e della carenza di semiconduttori. La seconda metà di quest’anno darà slancio all’adozione dei moduli 5G poiché la maggior parte dei moduli entrerà in produzione in tale periodo.