mercoledì, Aprile 24, 2024
HomeAZIENDEInfineon presenta i nuovi isolatori a stato solido per garantire una commutazione...

Infineon presenta i nuovi isolatori a stato solido per garantire una commutazione più rapida dei MOS di potenza OptiMOS e CoolMOS

Nuovi isolatori a stato solido da Infineon

Con una dissipazione di potenza inferiore fino al 70%, i nuovi isolatori allo stato solido consentono una commutazione  più rapida e affidabile con funzionalità di protezione non disponibili negli accoppiatori ottici.

In occasione di APEC 2024, Infineon Technologies ha introdotto una nuova famiglia di isolatori allo stato solido che consentono di ottenere una commutazione dei circuiti più rapida e affidabile con funzionalità di protezione non disponibili nei relè a stato solido (SSR) ad accoppiamento ottico. Gli isolatori utilizzano la tecnologia del trasformatore senza nucleo e supportano un trasferimento di energia 20 volte maggiore con protezione sia in corrente che in temperatura, contribuendo a una maggiore affidabilità e a minori costi di proprietà.

Caratteristiche tecniche  

I nuovi isolatori allo stato solido consentono di pilotare i gate dei semiconduttori di potenza OptiMOS e CoolMOS di Infineon per ridurre la dissipazione di potenza fino al 70% rispetto agli attuali  relè allo stato solido che utilizzano SCR o Triac.

Gli isolatori allo stato solido di Infineon sono in grado di controllare carichi superiori a 1.000 V e 100 A. Prestazioni e affidabilità migliorate rendono la tecnologia dei trasformatori senza nucleo ideale per applicazioni nella gestione avanzata delle batterie, nello stoccaggio dell’energia, nei sistemi di energia rinnovabile e nei sistemi industriali e di automazione degli edifici. Con i driver isolatori allo stato solido di Infineon, gli ingegneri possono migliorare ulteriormente l’efficienza dei sistemi elettronici ed elettromeccanici.

I commenti

“L’implementazione di trasformatori coreless in isolatori e relè a stato solido è davvero un punto di svolta per gli ingegneri energetici; fornisce un RDS(on) 50 volte inferiore rispetto alle soluzioni esistenti a controllo ottico. Ciò ne consente l’utilizzo in applicazioni ad alta tensione e potenza”, ha affermato Davide Giacomini, Marketing Director for the Green Industrial Power Division presso Infineon Technologies.

Se abbinati allo switch CoolMOS S7 di Infineon, i nuovi driver consentono progetti di commutazione con una resistenza molto inferiore rispetto alle soluzioni a stato solido con azionamento ottico. Ciò si traduce in una vita più lunga e in minori costi di proprietà nella progettazione dei sistemi. Come tutti gli isolatori a stato solido, i dispositivi offrono anche prestazioni superiori rispetto ai relè elettromagnetici, inclusa una potenza di attivazione inferiore del 40% e una maggiore affidabilità grazie all’eliminazione delle parti mobili.

La famiglia di dispositivi è progettata per essere compatibile con l’ampio portafoglio di commutazione di Infineon, compresi i portafogli CoolMOS S7, OptiMOS e FET lineari di Infineon.

Maggiori informazioni sono disponibili alla pagina del sito di Infineon dedicata a relè e isolatori a stato solido.