lunedì, Maggio 27, 2024
HomeAZIENDEAttualitàHonda lancia la prima vettura al mondo a guida autonoma di livello...

Honda lancia la prima vettura al mondo a guida autonoma di livello 3 certificato

Prodotte al momento in 100 esemplari, le nuove vetture verranno offerte in leasing a clienti selezionati, una politica che riflette il cauto approccio della Casa giapponese.

Honda Motor, prima al mondo, lancerà venerdì una vettura di serie dotata di tecnologia di guida autonoma di livello 3, un altro piccolo passo verso la diffusione di vetture in grado di muoversi in completa autonomia, aprendo, di fatto, un nuovo mercato per l’industria automobilistica.

Gli esperti del settore stanno osservando con grande interesse l’iniziativa di Honda per capire quanto le nuove funzionalità attireranno l’attenzione degli automobilisti.

Honda è da tempo in prima linea nella ricerca e nello sviluppo di tecnologie di sicurezza. L’introduzione della nuova Honda Legend Hybrid EX equipaggiata con sistema Honda SENSING Elite rappresenta l’ultimo passo verso le tecnologie avanzate di sicurezza.

Honda SENSING Elite è una variazione di Honda SENSING, una suite di tecnologie avanzate di sicurezza e di assistenza alla guida attualmente disponibili sui veicoli Honda in tutto il mondo.

Una delle tecnologie presenti nella suite “elite” è la funzione “Traffic Jam Pilot”, che consente la guida automatizzata di Livello 3 (guida automatizzata condizionale in aree limitate), per la quale Honda ha ricevuto l’autorizzazione dal Ministero giapponese delle Infrastrutture, Trasporti e turismo (MLIT). La tecnologia Traffic Jam Pilot consente al sistema automatizzato di guidare il veicolo, al posto del conducente, in determinate condizioni, come quando il veicolo si trova nel traffico congestionato su una superstrada.

Per il controllo del veicolo, il sistema determina la posizione e le condizioni stradali utilizzando i dati di mappe tridimensionali ad alta definizione e quelli del sistema globale di navigazione satellitare (GNSS), mentre rileva l’ambiente circostante utilizzando diversi sensori esterni che forniscono una visione a 360 gradi. Allo stesso tempo, il sistema tiene traccia delle condizioni del conducente utilizzando una telecamera di monitoraggio montata all’interno del veicolo. Sulla base di questa vasta gamma di informazioni, il sistema di controllo riconosce le condizioni attuali, anticipa le condizioni future e applica un alto livello di controllo ai sottosistemi di accelerazione, frenata e sterzo per assistere il conducente e ottenere una guida fluida e di alta qualità.

Per raggiungere il massimo livello di sicurezza e affidabilità, durante lo sviluppo di questa soluzione sono stati simulati circa 10 milioni di modelli di possibili situazioni del mondo reale e sono stati condotti test dimostrativi nel mondo reale sulle superstrade per un totale di circa 1,3 milioni di chilometri (800.000 miglia).

L’elettronica integra sistemi ridondanti per garantire sicurezza e affidabilità in caso di problemi con uno qualsiasi dei dispositivi.

Tutti i sensori sono integrati nella carrozzeria, non lasciando trapelare nulla, dall’estero, delle capacità di guida autonoma della vettura.

L’esclusivo equipaggiamento interno include sistemi avanzati di visualizzazione studiati per fornire una comprensione intuitiva dello stato di funzionamento del sistema, della situazione di guida corrente e delle modalità per il trasferimento del controllo al conducente, quando necessarie.

Presto alla proposta di Honda si aggiungerà quella della Mercedes che ha annunciato che immetterà sul mercato un proprio modello dotato di guida autonoma di livello 3 entro la fine dell’anno.

Vetture di questo tipo, ma anche di livello 4 e 5, esistono già da anni (Waymo, Baidu, ecc.) ma non sono ancora disponibili per la commercializzazione e vengono utilizzati in zone delimitate e sotto il controllo e la responsabilità delle società che stanno conducendo la sperimentazione.

Se la differenza tecnologica tra il livello 2 e il livello 3 non è così rilevante, dal punto di vista delle responsabilità in caso di incidente la differenza è enorme. Per la prima volta, infatti, col livello 3, le responsabilità in caso di incidente potrebbero essere attribuite al produttore della vettura in quanto, in queste specifiche situazioni, la vettura viene controllata dai sistemi di bordo senza alcun contributo da parte del conducente.

Proprio per questo motivo, molti costruttori non sono intenzionati ad andare oltre il livello 2 ed aspettano i pionieri come Honda e Mercedes per capire come muoversi.

Vedremo in futuro se l’appeal di sistemi di guida sempre più autonomi produrrà un aumento di vendite e un vantaggio economico per le Case che lo adotteranno tale da giustificare o compensare eventuali esborsi attribuiti al costruttore in caso di incidente.

Solo per la cronaca: la Honda Legend Hybrid EX equipaggiata con Honda SENSING Elite costa 11 milioni di yen (circa 85 mila euro)