domenica, Luglio 14, 2024
HomeIN EVIDENZASecondo IC Insight le prospettive di crescita dei produttori di semiconduttori nel...

Secondo IC Insight le prospettive di crescita dei produttori di semiconduttori nel 3Q21 sono molto positive

Immagine: GlobalFoundries

In particolare i fornitori di memorie e società come Sony e TSMC beneficeranno della forte domanda e della scarsità di offerta.

IC Insights ha recentemente pubblicato le previsioni con le aspettative di crescita delle vendite del terzo trimestre per i primi 25 fornitori globali di semiconduttori. Per il terzo trimestre di quest’anno (che termina a settembre), le prospettive di crescita vanno dall’aumento record del 34% di Sony – al 16° posto nella classifica – al calo del 3% di Intel.

Le aspettative di crescita del terzo trimestre per i primi 15 fornitori sono mostrate nella Figura 1.

In vista di un previsto aumento della domanda di smartphone 5G durante le imminenti festività natalizie, Qualcomm e Apple prevedono aumenti significativi nelle loro vendite di semiconduttori nel terzo trimestre 2021; inoltre si prevede che i tre grandi fornitori di memorie, Samsung, SK Hynix e Micron, registreranno un aumento del 10% ciascuno mentre Kioxia segnerà un aumento dell’11%. Tutto ciò a causa della forte domanda alimentata da data center, sistemi informatici aziendali, smartphone 5G e relativa infrastruttura di rete.

Nel secondo trimestre del 2021, TSMC è stata la terza azienda di semiconduttori in termini di vendite e la più grande fonderia di semiconduttori al mondo. È il produttore di riferimento per i circuiti integrati basati su tecnologie di processo all’avanguardia, a 7 e 5 nm, e che insieme hanno rappresentato la metà circa delle entrate del secondo trimestre di TSMC. La società ha reso noto che il 18% delle sue entrate nel 2Q21 proveniva da circuiti integrati realizzati utilizzando la sua tecnologia di processo a 5 nm, mentre la tecnologia dei dispositivi a 7 nm ha rappresentato il 31% delle sue vendite nel 2Q21.

TSMC prevede che le sue vendite nel 3Q21 salgano dell’11% mentre IC Insights ritiene che le sue vendite aumenteranno di un altro 4% nel 4Q21. IC Insights ritiene che le vendite del secondo semestre di TSMC saranno superiori del 14% rispetto alle vendite del primo semestre, con un aumento annuale del 24%. Se raggiunto, segnerebbe un altro anno record, dopo l’aumento del 31% dei ricavi nel 2020.

AMD occupa l’undicesima posizione in classifica con vendite che secondo IC Insight cresceranno nel 3Q21 del 6% e del 60% durante il 2021. Le vendite di AMD sono aumentate rapidamente dal 2Q20, approfittando anche del momento di debolezza di Intel. Si prevede che quest’anno la società registrerà vendite pari a 4,10 miliardi di dollari e 4,23 miliardi di dollari rispettivamente nel terzo e nel quarto trimestre, con un conseguente aumento delle vendite del secondo semestre del 14% rispetto al primo semestre 21. I nuovi processori Zen 3 di AMD vengono fabbricati da TSMC con tecnologia di processo a 7 nm.

Figura 1

Alcune aziende leader, in particolare Intel e Texas Instruments, non si aspettano un aumento delle vendite nel 3Q21; addirittura Intel, attualmente al secondo posto nel mondo, scavalcata da Samsung, prevede un calo del 3% nel trimestre e una diminuzione dell’1% dei ricavi durante il 2021 (Figura 2), in un anno in cui le vendite globali di semiconduttori cresceranno del 24%. Una situazione di stallo che non potrà cambiare a breve in quanto le recenti iniziative annunciate dalla casa di Santa Clara (la nuova roadmap tecnologica e la costruzione di nuovi impianti produttiva negli Stati Uniti e in Europa) non potranno dispiegare i propri effetti prima di 2-3 anni, sempre ammesso che tutto proceda per il meglio.

Figura 2

Complessivamente, si prevede che le prime 15 società registreranno una crescita del 7% nel 3Q21 rispetto al trimestre precedente. La crescita potrebbe essere ancora superiore, perlomeno in termini finanziari, se i prezzi dei semiconduttori aumenteranno, come vari annunci lasciano intravedere.

IC Insights prevede che le vendite di semiconduttori rimarranno solide fino alla fine dell’anno, con una previsione di crescita del 24% nel 2021 rispetto all’anno precedente.